Cerca

Tinto Brass si dà al 3D

Arriva "Chiavatar"

Tinto Brass si dà al 3D
Tinto Brass farà un film erotico in 3d, il primo del genere con le nuove tecnologie. Ispirato al film record di incassi “Avatar”, Brass annuncia il suo “Chi ha ucciso Caligola?”, già ribattezzato “Chiavatar ”

Il regista veneziano non vuole ancora parlare della società che curerà tecnicamente la realizzazione del film, né ha ancora scelto i protagonisti, almeno così dice. Parla volentieri, invece, dell’effetto che la nuova tecnologia avrà sul pubblico. “E’ strepitosa – dice -. Ho visto delle scene e devo dire che affinare la sensorialità porta ad affinare la sensualità”. “Riprendo il mio vecchio progetto del film sull’imperatore di Roma che mi fu scippato dagli americani e ne faccio un nuovo film – dice in anteprima il regista – Le riprese dovrebbero iniziare tra maggio e giugno e racconterò la parte finale della vita di Caligola, la sua follia per la morte dell’amata sorella Drusilla, la decisione di far prostituire le mogli dei senatori per finanziare le casse dell’impero. Ci sarà poi un gruppo di senatori che cercherà di mettere al potere lo zio scemo Claudio e Messalina. Il film del ‘79 che gli americani mi scipparono, finendolo e montandolo loro, parlava dell’orgia del potere. Questo parlerà del potere dell’orgia”. Infine Brass si recherà in Colombia dove gli dedicano una retrospettiva e dove presenterà il corto ‘Hotel Courbet’ in compagnia della sua “nuova musa”, la psichiatra e attrice Caterina Varzi, che sta scrivendo un’intervista autobiografica dal titolo emblematico, “Ciak, si giri”. “Laggiù sono molto popolare – conclude Brass – anche perché ho fatto arricchire moltissimi produttori locali”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roda41

    10 Marzo 2010 - 00:12

    forse vuole rifarsi di essere un uomo ben poco desiderabile per non dire orrido.

    Report

    Rispondi

blog