Cerca

Sanremo, principe "ripescato"

Serata dedicata alla storia del Festival

Sanremo, principe "ripescato"
Era dedicata alla “leggenda” del Festival, in occasione dei suoi 60 anni, la serata di ieri di Sanremo. Come in un grande evento, arrivano sul palco otto canzoni che hanno fatto la storia della manifestazione canora, interepretate da grandi artisti della musica italiana e internazionale: Edoardo Bennato, Miguel Bosè, Carmen Consoli, Riccardo Cocciante, Elisa, Fiorella Mannoia, Massimo Ranieri, Francesco Renga.
Inoltre, gli artisti esclusi nel corso delle prime due serate hanno avuto la possibilità di essere ripescati. Hanno interpretato le loro canzoni in una versione “liberamente rivisitata", affiancati da artisti ospiti.
Valerio Scanu e il trio Pupo, Emanuele Filiberto, Luca Canonici, rientrano in gara grazie al televoto e al verdetto dell'Orchestra Festival Sanremo, che hanno quindi ribaltato il giudizio espresso dalle due giurie demoscopiche dell'Ariston nelle prime due serate. I due “ripescati” saranno cosi' tra i 12 protagonisti della categoria Artisti nella serata di stasera, da cui poi usciranno i 10 finalisti di sabato. Sono invece definitivamente fuori dalla gara Toto Cutugno, Nino D'Angelo e Maria Nazionale, e i Sonohra.
Infine, è stato il momento degli ultimi quattro giovani di Sanremo Nuova Generazione, che si sono esibiti alla ricerca della finale.

Gli ascolti del Festival di Antonella Clerici rimangono alti. Ieri, nella terza serata, dedicata ai 60 anni della kermesse la media ponderata è stata di 10 milioni e 5 mila telespettatori con il 46% di share.
Poco più di un punto in meno del Festival di Paolo Bonolis, l'anno scorso, che aveva avuto una media ponderata del 47,17% di share. Anche se la terza serata del Festival di Bonolis era finito all'1,26 e ieri la Clerici ha concluso alle 0,58.
Il Festival di Antonella Clerici supera la prova Auditel anche nella terza serata, dedicata allo spareggio per il ripescaggio dei big e all'omaggio ai 60 anni del Festival da parte di otto grandi interpreti della canzone italiana: l'intera trasmissione è stata vista in media su Raiuno da 10.050.000 spettatori con il 46% di share. L'analogo dato dello scorso anno fu di 9.120.000 spettatori e del 47,17% di share. Dunque per la Clerici quasi un milione di telespettatori in più ma un punto di share in meno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nicola.guastamacchiatin.it

    20 Febbraio 2010 - 20:08

    Se proprio vuol digiunare,lo faccia pure perchè gli farà bene alla salute. Gli abbassa il colesterolo e il diabete e inoltre illumina il pensiero che Lei lo ha incenerito con il carnevale del PD. auguri.

    Report

    Rispondi

  • roda41

    19 Febbraio 2010 - 23:11

    Scusa Antari,con quel pò che elenchi,tralasciando tanto,incluso quello che c'é su youtube,io credo proprio che il Principe,(che senza regno,ha scelto il MALE MINORE dello spettacolo),sia proprio,il MALE MINORE!

    Report

    Rispondi

  • charlie1

    19 Febbraio 2010 - 16:04

    Tolleriamo il fatto che sia rientrato in Italia,passi anche che ce lo ritroviamo ovunque come il prezzemolo ,ma quello che proprio non riesco a comprendere é come abbia avuto il coraggio di richiedere ufficialmente i danni allo stato italiano per gli effetti di una disposizione transitoria della costituzione che impediva ai membri maschi di casa savoia il rientro in patria. Suo nonno,unico galantuomo di una dinastia di nani(anche in senso figurato) , si rivolterebbe nella tomba.

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    19 Febbraio 2010 - 13:01

    Da giovane frequentai una scuola militare ,giurai fedeltà a uno nano che rappresentava tutti gli italiani ma, mentre il giuramento fatto da noi allievi era vero, il nano e la sua coorte visdtro che la guerra era già persa,pur di salvarsi la pelle si dileguò vergognosamente lasciando iun mezzo ai guai noi e tutti gli Italiani. Per cui,come dimostro, avrei un conto aperto con casa Savoia ma,ritengo,però, che questo giovane come tutti i giovani tra i quali,in mezzo alla platea vociante ce n'era più di qualcuno il cui genitore o era stato momarchico oppure fascista, non può,per antipatia alla predetta "casa" prendersela con il nipote del nano. WEmanuele Filiberto è bravo, fa spettacolo ed allora che vogliono i detrattori ? - Si vogliono comportare come fecero i monarchici e i fascisti che volevanoi avere sempre ragione ? - costoro che sbraitano,fossero per caso di sinistra ? -allora non ci sarebbe nulla da dire perchè li ritengo uguale ai fascisti.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog