Cerca

Maurizio Costanzo non si ferma

Nominato direttore della collana "Gialli" della Mondadori

Maurizio Costanzo non si ferma
Maurizio Costanzo torna a far parlare di sè. Dopo lo storico abbandono di Mediaseti, il papà del "Maurizio Costanzo Show" si dedica all'editoria.
E' stato infatti nominato nuovo direttore della collana "Gialli" della Mondadori, di proprietà dei Berlusconi. 
Costanzo si è detto ovviamente molto onorato della nomina e, nel suo messaggio ai lettori, ha voluto spiegare la genesi di questa strana operazione che ha colto tutti abbastanza di sorpresa: "Questa nomina che mi ha fatto ovviamente molto piacere, mi porta a dover spiegare come è accaduto. Ebbene le cose stanno così: non sono un appassionato di letteratura gialla comunque, ma ho da sempre coltivato la passione per Georges Simenon e per Rex Stout ovvero per gli autori di Maigret e di Nero Wolfe. Ho letto moltissimi altri gialli nella mia vita e mi sono anche appassionato a storie di azione rispetto a quelle psicologiche, però l’idea che il grande commissario Maigret o lo stanziale Nero Wolfe riuscissero, facendo lavorare l’intelligenza e l’esperienza, a risolvere storie assai intricate mi ha sempre appassionato".
Costanzo ha poi aggiunto che intende lavorare per potenziare la presa dei Gialli Mondadori sul pubblico giovane, sugli under 40, che generalmente per motivi di anagrafe è sempre stata una fascia marginale del pubblico appassionato del genere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nicola.guastamacchiatin.it

    07 Marzo 2010 - 19:07

    SE LA SMETTE ADESSO,POTREBBE LASCIARE UN BUON RICORDO, SE CONTINUA DIMOSTRA CHE SAREBBE MEGLIO SE SI SIEDE SUL WATER.

    Report

    Rispondi

  • mab

    07 Marzo 2010 - 14:02

    l'unico programma di successo era il M.C.show dei primi anni, ma solamente per la capacità di certi collaboratori nel procurare al programma dei personaggi che, pur essendo sconosciuti, erano di grande spessore umano e professionale. Dopodichè la tristezza più assoluta a cui tutti anno potuto assistere.

    Report

    Rispondi

  • aifide

    03 Marzo 2010 - 13:01

    Dopo ave avuto per anni in mano la "pubblica opinione" di Canale 5, ora lasciata a Maria, e dopo aver tentato un nuovo assalto alla Rai ed alla direzione di uno storico teatro romano, ora tenta con l'editoria. Quando finirà lo strapotere meditico del clan Costanzo? Propongo: un referendum per abolire Amici e tutti i programmi di questo genere; un divieto assoluto di partecipare al Festival di Sanremo a chi non abbia vinto almeno un festival di voci nuove o abbia anni di carriera alle spalle. Peccato perchè la collana della Mondadori meritava: adesso per leggere un giallo sarò costretto a rivolgermi ad altri editori.

    Report

    Rispondi

  • Maristella71

    03 Marzo 2010 - 10:10

    Occorre cambiare la Costituzione. A partire dall'articolo 1: L'Italia è una Repubblica gerontocratica...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog