Cerca

Sharon Stone è paranoica

Botox per curare il figlio sano

Sharon Stone è paranoica

Tanto bella, quanto matta. Affascinante e dannata. E paranoica: Sharon Stone, che con un accavallare di gambe in Basic Istinct ipnotizzò il pubblico, maschile e non solo, nasconde una vita da madre psicopatica e paranoica. Qualche giorno fa un giudice di Los Angeles aveva detto che suo figlio, il piccolo Roan, con la madre non viveva in un ambiente sano. Roan è stato affidato al padre, il giornalista di San Francisco Phil Bronstein, mentre dalle carte del processo sta emergendo tutta la verità sulla personalità della diva. Addirittura che Sharon sottoponeva il piccolo di 8 anni a dei trattamenti inutili per malattie inesistenti. Ad esempio applicandogli il botulino ai piedi per toglierne il cattivo odore.
La Stone ha perso così l’affido del figlio maggiore dei tre avuti con il marito che, stando al giudice, può assicurare a Roan un ambiente “più strutturato, stabile e sicuro”, a San Francisco. L’attrice invece vive a Hollywood e potrà visitare periodicamente il bimbo e i suoi numeri di cellulare dovranno essere inseriti nella memoria del telefono di casa e del telefonino del ragazzino.
La Stone e Bronstein divorziarono all’inizio del 2004, dopo sei anni di matrimonio. La coppia adottò Roan nel 2000 quando il piccolo aveva solo una settimana. Dopo la separazione, Sharon ha adottato per conto sui altri due figli maschi e un mese fa si è fidanzata con il 24enne Chase Dreyfous. Meno della metà di lei che ne ha 50.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog