Cerca

"Coliandro è finito, troppo innovativo"

Parla l'attore Giampaolo Morelli, protagonista della serie

"Coliandro è finito, troppo innovativo"
«Coliandro è finito, è improbabile che venga ripreso. Troppo innovativo per la tv generalista». Si sfoga Gianpaolo Morelli, protagonista della serie tv, in un'intervista al settimanale “Gioia”.
«Per la crisi, Raidue ha deciso di non produrre più fiction - osserva l'attore - Raidue è l'unica rete che può sperimentare un linguaggio diverso, quindi si perde una fetta importante di pubblico. Resteranno solo fiction come Capri e Don Matteo e una tv che si rivolge solo ai settantenni».

Morelli è dispiaciuto
per la scomparsa di un personaggio di grande successo come Coliandro, che ha un fan club di poliziotti, 33 mila amici su Facebook e piace ai giovani perché «è l'italiano medio, pieno di difetti».
Lo stesso Morelli ammette di non trovare in tv programmi che lo interessino: «Ho 35 anni, che devo guardare in tv? Se mi interessa qualcosa la scarico da internet o guardo i programmi in streaming. I reality non mi interessano, la fiction è per un pubblico diverso. Accendo solo Mtv che mi fa da sottofondo musicale».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ritabi

    02 Aprile 2010 - 10:10

    Innanzitutto i commissari tipo marionette un po' cretine non mi interessano....già tanti ne abbiamo in giro che non me gusta vederli anche in TV! L'innovazione non è detto sia sempre buona. Questa certo non lo è stata. Che novità rappresenta dire parolacce a non finire? Far vedere che l'uomo é maldestro? Lo siamo tutti, ma con un minimo di responsabilità e di impegno credo che molti facciano quel mestiere - che é tutto meno che una comica - in modo molto ma molto diverso! I gusti televisi di questo attore non mi interessano (io non vedo quasi più la TV) , mi preoccupano invece le sue idee innovative...si fa per dire!

    Report

    Rispondi

  • roda41

    01 Aprile 2010 - 12:12

    in che? nelle parolacce????? da quando,l'unica volta visto,ho udito uno dei componenti la brigata,esprimersi in una volgarissima battuta (napoletana poi! non so perché proprio così,),su attributi sessuali materni, l'ho scartato a priori: forse anzi, perciò è finito. la gente viene sottovalutata nei suoi gusti.

    Report

    Rispondi

  • iz4apt

    31 Marzo 2010 - 23:11

    Nel panorama squallido di talkshow urlati, di politici che ripetono noiosamente le stesse cose, di fiction inguardabili, recitate male (saranno le poche prove)regie non professionali, Coliandro si distingueva per aver introdotto un nuovo linguaggio, rapido e qualitativamente efficace. Gli attori finalmente erano credibili (non con la solita battuta mezzo romanesca "va tutto bèèène!)

    Report

    Rispondi

blog