Cerca

Jovanotti prof ad Harvard

Chiamato a spiegare il legame tra musica pop e Diritti umani

Jovanotti prof ad Harvard
Pensavamo di aver visto tutto. Invece no. Jovanotti sarà professore ad Harvard. Il 27 aprile Lorenzo Cherubini terrà una lezione-conferenza sul tema "Musica e Diritti Umani". Sarà la prima volta di un cantante  italiano di fronte agli studenti della storica università americana.

Tra la musica popolare e la diffusione e promozione dei Diritti  Umani c'è sempre stato un legame forte, che ha attraversato tutti i   passaggi storici e sociali dal dopoguerra a oggi. A Jovanotti  è stato  chiesto di illustrare agli studenti, attaverso la sua esperienza di   tanti anni, quale relazione esiste tra la musica popolare e la  diffusione e difesa dei Diritti Umani nel Mondo, visto che da sempre   il musicista italiano ha legato la sua immagine pubblica a battaglie per i Diritti Umani.

 Ad Harvard racconterà la sua esperienza,   illustrando i successi e gli insuccessi, le possibilità e le   difficoltà, gli entusiasmi e le delusioni. Terrà una vera e propria   "lezione" con il punto di vista di un artista che proviene   dall’Italia, un paese "perifierico" rispetto ai grandi flussi di   informazione globale ma non per questo irrilevante, visto che l’Italia  vanta una grande storia di progressi in ambiti sociali e di   solidarietà internazionale.

La lezione avrà luogo tra la date del tour in Nordamerica  dell’artista che prederà il via il 22 aprile a Washington DC e   prevede concerti anche a New York, Filadelfia, Boston, Montreal,  Toronto e Chicago.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • buonavolonta

    11 Aprile 2014 - 16:04

    ....se il professore è questo pensa che pubblico di studenti lo ascoltera...

    Report

    Rispondi

  • blues188

    13 Aprile 2010 - 20:08

    Colui che avrebbe dovuto far impallidire (risata...) Vasco Rossi, colui che era il genio musicale assai forbito.. e ora (pare) anche professore? Ma a lavorare si va mai? Troppo dura piegare la schiena? Magari una mezza ispirazione chissà che gli venga e si mette a scrivere un'opera. Che venditore di fumo, imitatore di bassa lega e sfaticato cantante di osteria.

    Report

    Rispondi

  • aifide

    12 Aprile 2010 - 22:10

    Ormai il ruolo di professore ha toccato il fondo: bel messaggio per gli studenti. A quando una laurea honoris causa?

    Report

    Rispondi

blog