Cerca

Animalisti contro Bonolis

Uno striscione nella sede Mediaset di Cologno Monzese: "Ora basta! Rispetto per gli animali"

Animalisti contro Bonolis

“Bonolis ora basta! Rispetto per gli animali”. Così gli animalisti protestano contro il presentatore di “Ciao Darwin”, in onda ogni venerdì sera su Canale 5, con uno striscione appeso sull’edificio Mediaset di Cologno Monzese firmato “100% Animalisti”.

Gli amanti e difensori degli animali insorgono per i presunti abusi commessi nel programma, dove esemplari di serpenti, topi e pipistrelli vengono coinvolti in giochi e prove per i concorrenti, rinchiusi in gabbie e scatole di plexiglas con i riflettori puntati addosso. In segno di disapprovazione per lo sfruttamento degli animali, il gruppo di attivisti già qualche settimana fa era entrato negli studi di Marghera esponendo cartelloni sulle pareti. Ma, non contenti dei risultati ottenuti, dopo l'ultima puntata, sono tornati all’attacco.

Per l’associazione “100% Animalisti”, “Ciao Darwin” è una trasmissione basata sulla banalità, in cui sfilano seni e fondoschiena, maschi in mutande e donne seminude, e in cui animali utilizzati in giochi assurdi sono condannati a “vivere in prigionia”, lontani dal loro ambiente naturale, gettati tra luci e rumori stressanti in situazioni allucinanti. Gli attivisti chiedono a Bonolis di interrompere questa inutile tortura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Cristal91

    16 Maggio 2010 - 01:01

    Cioè...prima di tutto...si tratta comunque di maltrattamento perchè credo che anche gli squali preferiscano nuotare liberi piuttosto che subire uno stress del genere...e nn sono ospitati-.- nn è una loro scelta...poi...basta tornare sempre sull'uomo stupri...pedofilia...cose atroci...ma come possiamo criticare se prima nn c'è rispetto verso le creature più deboli...avete mai visto come vengono trattati gli animali da pelliccia o da allevamento?...quindi per favore-.-

    Report

    Rispondi

  • melamela

    30 Aprile 2010 - 23:11

    Sono un avvocato, lavoro anche per i diritti degli animali. Ho letto con enorme sdegno alcuni commenti sotto l'articolo relativo alle proteste degli animalisti contro il programma Ciao Darwin. Trovo patetico innanzitutto il solito paragone fra uomo e animale riproposto quotidianamente da chi non ha altri argomenti. Chi inoltre parla di un cane come di un essere in grado di ferire il povero essere umano pronto a sfamarlo non so in che pianeta viva: avete mai avuto un cane? Se la risposta è negativa, non parlate di ciò che non conoscete. Infine ricordo che il maltrattamento di animali è reato punito dalla legge penale, per cui, anzichè dire baggianate, studiate!

    Report

    Rispondi

  • cosimo.sgura

    16 Aprile 2010 - 21:09

    Ma DOVE SIAMO ARRIVATI! L'essere umano può essere messo alla gogna, torturato, ammazzato e quant'altro mentre gli animali non possono essere ospitati in trasmisioni tv perchè ci si scandalizza di ipotetiche torture. Odio i discorsi intrisi di diplomazia ipocrita e dico che l'essere umano è dotato di qualcosa che gli animali non hanno: la ragione. Osate dire il contrario? Chi usa l'istinto per proteggere il proprio territorio? Può, ad esempio un cane essere veramente da compagnia o non è più che un giocattolo con cui passare il proprio tempo invece che fare, ad esempio, del sano volontariato?

    Report

    Rispondi

  • cosimo.sgura

    16 Aprile 2010 - 20:08

    Premetto che non desidero il male di nessuno, mi preoccupa enormemente questa ipocrisia politically correct riservato agli animali. Come mai non ci si indigna più verso gli innumerevoli atti di barbarie che avvengono puntualmente tra gli uomini? Assassini, stupri, atti di pedofilia, bullismo, omicidi all'interno delle famiglie e chi più ne ha più ne metta non fanno più notizia, ma se si usa parlare di animali a fini innocui di spettacolo, apriti cielo! Fermate il mondo, voglio scendere! Anche l'essere umano più abbietto può essere recuperato, ma, ad esempio, i cani che dialogo possono offrire? In quanto a gesti intrisi di cattiveria da parte di costoro, leggete e informatevi su tutti gli episodi di cronaca in cui uomini e donne innocenti danno da sfamare a cani (appartenenti a razze pericolose) e in cambio cosa ricevono? Ferite profonde e nel peggiore dei casi anche la morte! Gli animali (cani, gatti, ecc.) rappresentano per molti solo dei giocattoli da compagnia e nulla più.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog