Cerca

Caso compensi Rai. Slitta la votazione dell'emendamento

Fumata grigia in Commissione di Vigilanza. Zavoli prende tempo

Caso compensi Rai. Slitta la votazione dell'emendamento
A 24 ore dal divorzio d’oro tra Michele Santoro e “mamma Rai”, il tema della trasparenza dei compensi dei conduttori e degli ospiti della televisione pubblica è approdata oggi anche sui tavoli della Commissione di Vigilanza, presieduta dal presidente Sergio Zavoli.
Tante, infatti, sono state le proposte e le provocazioni avanzate dai componenti della Commissione, sia dagli esponenti del PdL, sia da quelli del PD, per evitare compensi faraonici e contratti multimiliardari che di pubblico hanno solo l’indignazione.
Il PD ha scelto la linea morbida, proponendo la pubblicazione dei dati sul sito web dell'azienda. Decisamente più ficcante la proposta degli esponenti del PdL, i quali hanno addirittura proposto di inserire i compensi dei conduttori, degli ospiti e degli opinionisti nei titoli di coda dei programmi Rai di servizio pubblico.
Tema non caldo, bensì rovente, tanto da costringere il presidente della Commissione, Sergio Zavoli, a chiedere un rinvio della seduta per sondare nel frattempo i pareri dei vari gruppi e, da lì, passare al voto dell’emendamento. I temi su cui si dovrà discutere sono l’individuazione dei programmi di servizio pubblico ai quali applicare la norma e l'opportunità di estendere la previsione ai compensi dei vertici aziendali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lapolide

    21 Maggio 2010 - 11:11

    Padova, 21 maggio 2010. Si, la “ Zecca” si stampa in Rai Tv…. Si, è vero; sembra che la “Zecca” ( di Stato…o l’artropode ?, scegliete voi) quella succhia sangue al popolo sovrano si sia incarnata sulla pelle della Rai; altrimenti come spiegare il suo libertino e blasfemo agire ? Perché parlo così ? Sentite un titolo di articolo trovato proprio sul Messaggero.it ieri 19 c.m.: - Santoro lascia la Rai, è polemica. Buonuscita da 10 milioni. ( udite, udite, DIECIMILIONIDIEURO !) Il giornalista:: “ sperimenterò nuovi formati televisivi…..” Rai impazzuta, immorale ? Si, urge un gratuito consiglio dal solito “cittadino beota” : Teneteville ‘O Tribuno…costa meno che licenziarlo ! A meno che “ l’Opposizione non lo protegga ancora dalle grinfie del Caimano. E Bravi i dirigenti Rai, BRAVI ! Invece di preoccuparsi del faldone francese, della lista .Anemone, della “moneta” che perde di valore ( leggi Merkel) o dei disonesti sparsi tra i gangli dei palazzi delle Regioni italiche, che fa la “ ZeccaRai ” ? Non stringe la cinghia degli stipendi degli “intoccabili”; pensa a dare l’assegno di fine rapporto di ben 10 milioni di euro ( oggi 20 c.m. sono diventati 17 ! n.d.r.) al tribuno più strapagato; mi chiedo, quando toccherà al conduttor di Ballarò poi alla Dandini, a Crotta a Fazio ? Attento popolo, non credere a quello che ti racconteranno. E’ fuffa, solo fuffa e noia….Cos’è la crisi ? Allerezza guagliò ‘e bella e mala vita…… lapolide.

    Report

    Rispondi

  • dubhe2003

    20 Maggio 2010 - 23:11

    A me,questi finti spremi meningi, all'assalto del malloppo di denaro pubblico pure forzato,fanno venire i conati a ripetizione.Disfiamoci di questa Rai cui tutti i politici,si azzuffano per impossessarsi,ogni qualvolta cambia un governo.Tutti quei soldi poi....,uno schiaffone alla crisi!

    Report

    Rispondi

  • semovente

    20 Maggio 2010 - 17:05

    NOI CHE PAGHIAMO IL CANONE DA SEMPRE VOGLIAMO SAPERE COME VENGONO SPESI TUTTI I SOLDI CHE INCAMERATE. TUTTI!

    Report

    Rispondi

  • COCCINELLA

    20 Maggio 2010 - 10:10

    DEVONO TAGLIARE ANCHE LORO .......

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog