Cerca

La Lopez si scusa con i fan turco ciprioti

La pop star si sarebbe dovuta esibire in un concerto a Cipro Nord, ma rivalità interne al Paese l'hanno messa in difficoltà

La Lopez si scusa con i fan turco ciprioti
La povera Jennifer Lopez si è trovata costretta a dover riparare un danno diplomatico quando, in realtà, voleva sentirsi libera di fare solo il suo lavoro.
La sex symbol delle pop star aveva infatti promesso che avrebbe trascorso i festeggiamenti del suo 41esimo compleanno a Cipro Nord, esibendosi in un concerto, al "Cratos Hotel", una delle mete più esclusive della zona.
L'isola è occupata per circa i due terzi dalla superficie della Repubblica di Cipro, che dal 1 maggio 2004 è uno Stato membro dell'Unione Europea. Il restante territorio, invece, che corrisponde alla parte settentrionale dell'isola, è occupato dalla Reppublica Turca di Cipro Nord, che è stata autoproclamata dopo l'intervento militare della Turchia, nel 1974.
Nel  momento in cui si era diffusa la notizia che la Lopez avrebbe cantato nella parte turca dell'isola, il sito della celebre pop star è stato completamente preso d'assalto dai groco ciprioti che hanno chiesto alla cantante di non esibirsi nella parte turcofona dell'isola.
La pop star ha quindi deciso di scusarsi con i fan, aggiungendo che non avrebbe potuto "supportare nessuno Stato di istituzione associata ad abusi di diritti umani".
E, dopo aver letto il messaggio della Lopez, si è scatenato il putiferio generale, tanto che i gestori del sito si sono trovati costretti a togliere la "frase incriminata", sostituendola con un semplice rinnovo di scuse.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • petrolio

    petrolio

    14 Luglio 2010 - 16:04

    Quando due razze, quella turca e quella greca, si incrociano è meglio cambiare strada. Avete presente un cane e un gatto? E' molto meglio che ognuno rimanga per conto suo, il buonismo in questo caso potrebbe portare a soluzioni sanguinose.

    Report

    Rispondi

blog