Cerca

Jackson ancora in tribunale

Deve soldi al re del Bahrein

Jackson ancora in tribunale
Ancora guai per Michael Jackson. La pop star americana stavolta è stato portato in tribunale dal secondogenito del re del Bahrein. Lo sceicco non ha gradito l'atteggiamento di Michael, che si è intascato un assegno di sette milioni di dollari per salvare la sua Neverland, con una stretta di mano e un tante  grazie. Secondo Abdulla bin Hamad al-Khalifa quei soldi andavano restituiti. Secondo il cantante, erano un omaggio. Ora dovrà decidee il giudice dell'Alta Corte di Londra. Oltre all'incarico pubblico di responsabile del Governatorato del Bahrein meridionale, il secondogenito del re è il fondatore del "2 Seas Group", etichetta dell'entertainment e di produzione discografica; lo sceicco ha spiegato di essere diventato amico di Jackson durante il soggiorno della star americana in Bahrein nel 2005.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog