Cerca

Amanda Knox, una vita da film

La Tv americana Lifetime ha deciso di girare una serie sulla storia della ragazza condannata per l'omicidio di Meredith. Intanto si dedica alla musica

Amanda Knox, una vita da film
La storia di Amanda Knox diventerà un film. La studentessa americana condannata a 26 anni di carcere per omicidio e violenza sessuale contro la coinquilina inglese Meredith Kercher verrà interpretata dalla star di ‘Heroes’, Hayden Panettiere. 'The Amanda Knox Story' andrà in onda l’anno prossimo sul canale americano Lifetime Tv e ripercorrerà la vicenda giudiziaria di quella notte ancora, per certi versi, misteriosa, del 1° novembre 2007. Del resto, il caso ha tutti gli ingredienti per un telefilm di successo: la storia d’amore con Raffaele Sollecito, la fuga di Rudy Guede, le contraddizioni, i possibili moventi, il sesso, la droga, l'invidia, la noia. Alla regia, Robert Dornhelm, autore della fiction Guerra e Pace per la Rai.

Intanto la Knox si dedica alla musica e alla festa di Natale del carcere di Perugia canterà come soprano. “Ha una voce formidabile” ha detto il direttore del coro. La ragazza ha confessato al fidanzato Raffaele Sollecito che la musica è la sua salvezza, “è l'unica cosa che mi aiuta ad andare avanti”.

Il tribunale di Perugia ha sostenuto che quella notte, la coppia Knox – Sollecito andò a casa con Guede (condannato poi a 16 anni). Nell’appartamento si scatenò un festino a sfondo sessuale che finì con la morte della Kercher, uccisa alla gola con un coltello da cucina da 15 centimetri. I due fidanzati hanno poi creato delle false prove di un’intrusione nella casa da parte di uno sconosciuto e hanno accusato un quarto uomo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gildoscalinci

    21 Settembre 2010 - 13:01

    CHE DOVREBBE AVERE E' IN GALERE PER SEMPRE ALCHE CHE CHIACCHERE ANDATE UN PO' A VEDERE COSA HANNO0 FATTO E FANNO GLI AMERICANI AGLI ITALIANI CHE INFRANGONO LA LEGGE IN AMERICA E COME DIFENDONO I LORO ASSASSINI COME I PILOTI CHE TAGLIARONO I CAVI DELLA FUNIVIA - SIAMO SEMPRE I SERVI SCIOCCHI DELLO ZIO SAM

    Report

    Rispondi

blog