Cerca

Addio Sandra Mondaini

Si è spenta poco prima delle 13 all'ospedale San Raffaele di Milano. L'attrice aveva 79 anni. Dalla morte del marito Raimondo Vianello non si era più ripresa.

Addio Sandra Mondaini
L'attrice Sandra Mondaini è morta poco prima delle 13, all'ospedale San Raffaele di Milano dove era ricoverata da circa 10 giorni. All’origine del decesso un’insufficienza respiratoria. Aveva 79 anni: era nata l'1 settembre del 1931.

Carriera - Figlia di un pittore, è diventata famosa a soli sei mesi grazie al padre che l’ha fatta diventare la piccola testimonial di una campagna contro la tubercolosi. Una decina di anni dopo ha iniziato a lavorare come modella per il settimanale femminile ‘Mani di fata’, per i fotografo Luxardo e per la firma di cappelli Borsalino.
Nello stesso periodo inizia la sua carriera a teatro con la commedia ‘Ghe pensi mi’ di Marcello Marchesi al Teatro Olimpia di Milano ma è con il programma televisivo ‘Fortunatissimo’, a fianco di Mike Bongiorno, che inizia il suo successo. Sono rimasti nella storia del cinema italiano i suoi ‘Le olimpiadi dei mariti’ (1960) con Raimondo Vianello, il compagno di una vita, e ‘Caccia al marito’. Per non parlare degli sketch come conduttrice di Canzonissima nel 1961 con Paolo Poli.
Nel 1982, sarà tra i primi grandi artisti a lasciare, insieme a Vianello, la Rai per la nuova tv commerciale della Fininvest con lo show ‘Attenti a noi 2’ su Canale5.
L’ultimo lavoro è stato ‘Crociera Vianello’, presentato il 10 dicembre del 2008 assieme a un triste annuncio: la Mondaini era costretta a lasciare il mondo televisivo a causa della vasculite, una malattia dei vasi sanguigni che le procurava dolori a ogni movimento e la costringeva ormai alla sedia a rotelle.

La coppia più bella del mondo - Sandra e Vianello si erano incontrati nel 1958. Quattro anni dopo, davanti a una cotoletta, lui le aveva chiesto di sposarla in un modo così particolare che lei era rimasta muta: "Non avevo capito se parlava seriamente: scherzava sempre". Un matrimonio durato ben 48 anni, fino al 15 aprile 2010 quando Raimondo Vianello è morto, all'età di 87 anni.
L'ultimo ricordo è il suo viso sconvolto e provato al funerale del marito Raimondo cinque mesi fa. Le lacrime, la voce rotta dal pianto. Le sue precarie condizioni di salute sono iniziate a peggiore il giorno in cui il grande amore l'aveva lasciata, fino alla morte questa mattina.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ercole.bravi

    22 Settembre 2010 - 10:10

    avendo potuto scegliere, la signora Mondaini, avrebbe scelto il giorno del funerale di Raimondo Vianello. Essere seppellita quel giorno le avrebbe dato quel senso di appagamento ( sembra brutto presentarlo cosi, ma 50 anni insieme ti rendono dipendente in tutto e per tutto nell'altro/a) che ha raggiunto ieri morendo. Se ne va una delle coppie più longeve in assoluto che abbia mai avuto modo di seguire, e quello che rende strano e "attutito" il tutto è questa considerazione di normale conseguenza che aspettavamo da un momento all'altro. Dopo il funerale di Vianello, della Mondaioni avevamo avuto notizie sporadiche di ricoveri malori, e intuivamo tutti che avrebbe seguito presto il marito compagno di una vita.

    Report

    Rispondi

  • uycas

    21 Settembre 2010 - 19:07

    Ha voluto seguire Raimondo, ha imitato Giulietta Masina che dopo poco la morte del suo Federico lasciò la vita terrena. Di lei non ho amato molto sbirulino, ma sin da bambino la seguivo sulle reti del Biscione e mi è sempe piaciuto ascoltarla. Riguardando i suoi programmi ha interpretato tutte le fasi della vita di una donna, dalla maggiore età ala terza senza farlo pesare e sembrare un'imitazione era sempre se stessa. Ricordo quando partecipava ai programmi di Limiti, si è sempre considerata poco. Una grande Milanese per quel poco che resta di una grande città. Mi mancherà " che vita piatta, che piatta vita, che noia..."

    Report

    Rispondi

  • benedetta28

    21 Settembre 2010 - 17:05

    La perdita di Sandra e Raimondo, rende molto più povera la nostra televisione.Loro erano unici e saranno sempre nei nostri cuori e nei nostri ricordi. Un abbraccio Benedetta

    Report

    Rispondi

  • rofiori

    21 Settembre 2010 - 16:04

    Adesso come facciamo senza più il nostro amico SPIRULINO???

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog