Cerca

Proteste contro Morgan all'assegnazione del Premio De Andrè

Il cantante è stato contestato da movimenti di destra. Per il Pd: "Un atto di intimidazione ai limiti dello squadrismo"

Proteste contro Morgan all'assegnazione del Premio De Andrè
L'opinione pubblica si divide ancora una volta sull'eclettico e discusso personaggio di Marco Castoldi, in arte Morgan. Ieri il cantante ha ricevuto il Premio Fabrizio De Andrè 2010 Parlare musica, ma la serata è stata movimentata dalle proteste del Movimento Res (Roma Europa Sociale). "Nella sera di ieri, ci siamo recati alla manifestazione intitolata: Premio Fabrizio De Andrè, in pieno quartiere Magliana, per contestare la presenza di personaggi come Morgan", spiega in una nota il portavoce Andrea Roncella. "Non vogliamo mettere in discussione le doti artistiche del cantante - continua Roncella - semplicemente riteniamo inammissibile che per riqualificare un quartiere delicato sotto tanti punti di vista, compreso quello della droga, si invitino personaggi impresentabili come Morgan. Consigliamo al presidente del Municipio XV di cercare altri ospiti che possano rappresentare meglio un modello da seguire non solo dal punto di vista artistico ma anche da quello umano. Non sarà difficile trovare cantanti di maggiore spessore vista e considerata la più che esosa cifra di 300mila euro, stanziata dal Municipio XV e dalla Provincia di Roma, per finanziare tali progetti".

Atto intimidatorio - In difesa del presidente del municipio e del cantante si è pronunciato il capogruppo Pd al Comune di Roma, Umberto Marroni. "Quanto successo ieri al Premio Fabrizio De Andrè con la protesta di movimenti di destra, un atto di intimidazione ai limiti dello squadrismo, rappresenta una grave deriva di aggressione politica ad un evento culturale che rappresenta per il quartiere e per l’intera città un appuntamento importante in ricordo di uno dei più grandi cantautori italiani, tanto più che l’iniziativa è promossa dal Municipio e dal Consiglio Comunale. Esprimo la mia solidarietà al Presidente Paris, agli artisti e ai tanti cittadini presenti ieri in piazza per l’ennesimo atto di intolleranza da parte di frange di estremisti".

Il premio
- La targa consegnata da Dori Ghezzi, moglie del cantautore genovese scomparso l’11 gennaio 1999, rappresneta un premio "per aver riletto con delicatezza e grandezza un album di Fabrizio, Non al denaro non all'amore né al cielo, ma anche e soprattutto per aver sempre fuggito, nell'arte e nella vita privata, l`ipocrisia, la parola scontata o il non detto".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • melgra2010

    30 Settembre 2010 - 11:11

    Dori Ghezzi ha scelto chi premiare, e non il sindaco, dopo una accurata valutazione di tutto il materiale in circolazione. A Morgan tutti i complimenti dai suoi fans per il lavoro svolto in tutti questi anni,BRAVO MORGAN!!! Altre parole sarebbero superflue.

    Report

    Rispondi

  • GIL4MORGAN

    26 Settembre 2010 - 13:01

    Certo che non si sa proprio più che fare x dar contro a Morgan eh!!! Si è meritato a 360 gradi il premio De Andrè x quello che ha fatto come artista e se quelli di destra non l'hanno capito è meglio che si informino meglio e che si occupino di più a fare il loro lavoro e non a criticare chi il proprio lavoro lo sa fare molto bene!! Grande Morgan! Ce ne fossero di artisti completi e colti come lui e soprattutto uomini che sanno ammettere i propri errori!!! Con quello che la politica ha da fare in questo periodo è meglio che eviti di mettersi in ridicolo come in questo caso!!!

    Report

    Rispondi

  • sorez

    25 Settembre 2010 - 18:06

    anche questi del movimento Res hanno vinto un premio quello per essere dei violenti, per istigazione alla violenza, alla discriminazione, all'ignoranza, all'intolleranza, all'offesa della persona e della sua dignità. Certo loro sono presentabili...sì ma solo davanti ad un giudice per essere puniti.

    Report

    Rispondi

blog