Cerca

Pupi Avati: "Non mi piace il cinema"

Il regista di "Una sconfinata giovinezza" ammette di non andare mai in sala per vedere i film dei colleghi

Pupi Avati: "Non mi piace il cinema"

“Non mi piace il cinema, non ci vado mai”. Stupisce che a dirlo sia un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico. Il bolognese Pupi Avati, ospite della trasmissione di Radio2 Un Giorno da Pecora, confessa di non aver visto Somewhere, il film di Sofia Coppola premiato a Venezia, né l'ultimo di Saverio Costanzo. "Io faccio cinema dalla mattina alla sera, faccio un film ogni dieci mesi - spiega - secondo voi la sera ho voglia di vedere La Solitudine dei Numeri Primi?”.

Da venerdì 8 ottobre Avati sarà nella sale con il suo ultimo lavoro Una Sconfinata Giovinezza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Lamb

    06 Ottobre 2010 - 17:05

    a me non piacciono i suoi film :)

    Report

    Rispondi

  • Joe1957

    06 Ottobre 2010 - 17:05

    e ne va fiero...... con i nostri soldi.

    Report

    Rispondi

blog