Cerca

Addio alla talpa di Sky, il Giurì boccia lo spot

Accolta l'istanza Mediaset: è denigratorio paragonare lo spettatore della tv terrestre a un animale che vive in un buco

Addio alla talpa di Sky, il Giurì boccia lo spot
La guerra degli spot tra Sky e Mediaset finisce con una doppia sconfitta. Il Giurì di Milano ha bocciato le pubblicità delle due emittenti concorrenti, accogliendo le istanze presentata da Sky contro Mediaset e da Mediaset contro Sky. Gli spot della tv di Murdoch incentrati sulla figura della talpa "sono in contrasto con l'articolo 14 (Denigrazione) del Codice di autodisciplina della comunicazione commerciale e quindi devono cessare". Il Giurì ha dato ragione a Mediaset, che aveva visto nella scelta di Sky la volontà squalificante di paragonare lo spettatore della televisione terrestre a un animale che vive in un buco. Sky dovrà dire addio a lla talpa "Ugo" e rivedere tutta la campagna pubblicitaria autunnale.

Ma andrà a nero anche la pubblicità avviata dall'emittente di Cologno in risposta a Sky: non è conforme con l'articolo 15 sulla comparazione.  In una nota Mediaset sottolinea che "il Giurì ha censurato entrambe le campagne pubblicitarie. Ma se nel caso di Mediaset è stato ravvisato solo il mancato rispetto dei requisiti per la comparazione, sotto quali aspetti ancora non è noto, nello spot di Sky viene esplicitamente vietato l'uso della figura della talpa in quanto 'denigratoria' della concorrenza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • iltrota

    13 Ottobre 2010 - 14:02

    ...credo che il denigrato fosse invece la talpa Ugo, piuttosto che il telespettatore

    Report

    Rispondi

  • roberto19

    roberto19

    13 Ottobre 2010 - 14:02

    non ci sono problemi più seri. Per me questi hanno poco da fare! Denigrare i telespettatori paragonandoli ad una talpa? E allora che dire di certe trasmissioni che considerano il telespettatore un cretino?

    Report

    Rispondi

  • petergreci

    13 Ottobre 2010 - 13:01

    Sarei curioso di sapere chi è o chi sono le persone che compongono il Giurì....chi lo ha nominato, da quale azienda proviene, perche se tanto mi da tanto, è come il CdA Rai che censura una delle migliori produzioni (Annozero), le chiude per 10 giorni e alla fine chi gode è sempre Silvio. Silvio che controlla Silvio mi sa tanto di bufala..no anzi un allevamento di bufale..

    Report

    Rispondi

blog