Cerca

Poca fiducia al Tg1 e Tg5

Lo dice il sondaggio Demos-Coop sull'informazione. Mentana e Ballarò sono considerati i più affidabili

Poca fiducia al Tg1 e Tg5
Italiani e informazione. È il titolo del sondaggio annuale dell’Osservatorio Demos-Coop. Grande attenzione alla televisione: più di 8 italiani su 10 si informano ogni giorno grazie al piccolo schermo ma Tg1 e Tg5 perdono affidabilità. Il telegiornale di Minzolini perde 10 punti percentuali attestandosi al 53%, quello di mediaset segna un-8% (49%). Anche gli altri momenti di informazione di MediaRai sono in calo. L’eccezione che conferma la regola è il Tg3 che ottiene il 63% di fiducia. Buoni ascolti anche per i regionali Rai.
Ottima annata per il Tg de La7, ora diretto da Enrico Mentana, Sky e Rainews24. Questo perché vengono considerati meno influenzati politicamente. Secondo l’indagine, è proprio l’orientamento ad aver danneggiato l’atteggiamento del pubblico verso il Tg1, sempre più spostato verso destra. Il 55% degli italiani, pensano che la posizione dominante di Berlusconi sui media danneggi la libertà di informazione.
Rimane stabile rispetto all’anno scorso il numero di persone che legge i quotidiani regolarmente (un italiano su tre). Stesso discorso per internet mentre salgono gli ascolti radiofonici (43%, tre punti in più).

Programmi di dibattito e approfondimento
– Ballarò conquista la fiducia degli italiani e si conferma la trasmissione più affidabile. Il discusso Anno Zero è cresciuto molto nell’ultimo anno come Report di Milena Gabanelli. In aumento il gradimento di Otto e mezzo, condotto da Lilli Gruber, e L’infedele di Gad Lerner, entrambi con un +6%. In calo Porta a Porta e Matrix.
Boom di ascolti per i programmi che mescolano informazione, satira e divertimento come Striscia la notizia, le Iene e Che tempo che fa.

Internet – Il web viene usato dal 40% degli italiani ogni giorno per informarsi, comprare, vendere, chattare o mettersi in mostra. Questo però non ha messo in pericolo l’importanza dei media ‘tradizionali’ secondo l’osservatorio Demos-Coop. Si sono solo trasformati, arricchiti dalle nuove tecnologie, come è successo per la versione online dei quotidiani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • MAD

    25 Ottobre 2010 - 20:08

    Sono di destra sorry non sono nemmeno represso, la mia non era un'offesa ma una semplice constatazione...

    Report

    Rispondi

  • jack1

    25 Ottobre 2010 - 17:05

    E' come se il sondaggio fosse sfornato da Rai3 scusate TeleKabul

    Report

    Rispondi

  • nellosilvia

    25 Ottobre 2010 - 17:05

    Mentana è più affidabile finalmente un buon telegiornale.Speriamo che non lo condizionino.Nessuno dovrebbe guardare ne TG1 TG5 e men he meno TG4.E io sono per il centro destra!

    Report

    Rispondi

  • jack1

    25 Ottobre 2010 - 17:05

    A 32 anni mi sembri già un brigatista rossa .....magari era un bravo ragazzo anche Giuliani ......oltre ad essere una manica di bacchettoni fate anche ridere ... I comunisti, seguendo la loro ineguagliabile coerenza, sono passati da atei a Santa Maria Goretti in un men che non si dica.....un pò di vergogna no?????

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog