Cerca

Cinema in lutto, è morto Dino De Laurentiis

Con Ponti aveva fondato una casa di produzione, realizzato il primo film italiano a colori e molti altri capolavori

Cinema in lutto, è morto Dino De Laurentiis

È morto a Los Angeles il produttore Dino De Laurentiis. Era nato a Torre Annunziata l’8 agosto del 1919. Il suo vero nome era Agostino De Laurentiis.

Aveva iniziato a lavorare con Carlo Ponti, poi nel '72 il trasferimento negli Usa. Ha all'attivo oltre 150 pellicole cinematografiche.
Dino de Laurentiis ha prodotto alcuni tra i film più celebri del cinema italiano, da Riso Amaro (1948) di Giuseppe De Santis a Napoli milionaria (1950) di Eduardo De Filippo, da Dov’è la libertà? (1954) di Roberto Rossellini a Miseria e nobiltà (1954) di Mario Mattoli e La grande guerra (1959) di Mario Monicelli, con Alberto Sordi e Vittorio Gassman, Leone d’Oro a Venezia. Nel 1948 con Carlo Ponti ha costituito la Ponti-De Laurentis e ha realizzato il primo film italiano a colori, Totò a colori (1952) per la regia di Steno. Con Federico Fellini sono arrivati poi La strada e Le notti di Cabiria, entrambi premi Oscar per il miglior film straniero. Nel 1957 ha sposato l’attrice Silvana Mangano, morta nel 1989. Ha anche realizzato gli studi di Dinocittà vicino Roma e anche in America ha prodotto pellicole di grande successo, come I tre giorni del Condor di Sidney Lumet, Il giustiziere della notte di Michael Winner (1974, con Charles Bronson), i remake di King Kong di John Guillermin (1976) e di Il Bounty di Roger Donaldson (1984, con Mel Gibson) oltre all’Anno del dragone di Michael Cimino. Tra le pellicole più recenti, Hannibal di Ridley Scott.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog