Cerca

Il ritorno dei Take That: l'effetto nostalgia (stavolta) funziona

Robbie Williams & Co. non sono più quelli degli anni 90, ma il nuovo album è discreto. A differenza delle disastrose Spice Girls. E le altre boy/girl band?

Il ritorno dei Take That: l'effetto nostalgia (stavolta) funziona
L'argomento sono le band, quelle che fanno impazzire le ragazzine e non solo. Boy Band o  girl band, poco importa. La cosa evidente è che, se scompaiono per un po' di tempo, quando ritornano non riescono a non far pena. La pensa così un mio amico giornalista, Lorenzo Tiezzi. In un recente scambio di mail il sottoscritto si ritrova a parlare con lui del ritorno dei Take That. "Ma guardali", mi fa giustamente notare: "Fanno proprio pena". La mia risposta è la seguente: "Beh, sì. E' impossibile darti torto. Per rendersene conto basta prendere una foto di 16 o 17 anni fa e confrontarla con quella più recente in cui indossano la famosa maglietta della salute".
Robbie Williams, insomma, fa più scena in veste di solista. E anche Gary Barlow fa più bella figura solo se decide di tornare a fare qualcosa col citato ex-amico/nemico (infatti la loro Shame è stata un successo). Effetto visivo a parte, però, il loro ritorno in cinque non è stato affatto un flop. Anzi. I concerti registrano il famoso "tutto esaurito". L'album e l'ottimo singolo The Flood vanno a gonfie vele. Altro che le Spice Girls. Sul finire nel 2007, infatti, le cinque icone del pop dance anni Novanta riprovarono a mettersi insieme. Altro strazio visivo e, soprattutto, un clamoroso fallimento in termini artistici. Concerti? Male. Vendite del Greatest Hits? Da nascondersi per la vergogna. Un disastro per loro. Tanta delusione per i fan. E tra l'altro il singolo di lancio, Headlines, non lasciò nemmeno il segno, anche se, obbiettivamente, non era affatto brutto. La stessa sensazione che proviamo adesso per i Take That, comunque, riaffiorò nell'estate 2005, quando rispuntarono, dopo qualche anno di silenzio, i Backstreet Boys, altra formazione simbolo dei 90's. Come nel caso del gruppo di Williams però, le cose non andarono male. Così la loro Incomplete, nonostante le critiche massacranti, fu un bel successo sotto l'ombrellone. Per concludere: All Saints, 5ive, N* Sync, Cleopatra, Boyzone o Destiny's Child: le reunion sono sempre dietro l'angolo. A noi non resta che farcene una ragione. O ricordare i bei tempi andati.

Leonardo Filomeno

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • LFexperience

    01 Dicembre 2010 - 11:11

    Caro The Funto, vivendo di musica da quando avevo dieci anni ed essendo cresciuto a pane & Spice Girls, quel ritorno, da fan, l'ho vissuto veramente come un flop. E siccome tutto quello che leggo mi resta impresso nella mente come un fotogramma fisso, quando scrivo una cosa, di solito, sono sicuro di non riportare cavolate. Da quasi otto anni passo gran parte della giornata su internet e a leggere i giornali. Quindi, lasciando un attimo da parte parte la frase di Bluewin, che hai ripreso da Wikipedia, dove comunque, per una band di quella portata, è meglio salvare le apparenze e riportare solo i bei dati, ti riporto di seguito una serie di spezzoni di articoli che ho conservato di quei mesi.

    Report

    Rispondi

  • LFexperience

    01 Dicembre 2010 - 11:11

    Partiamo dal tour e da una notizia del 11/12/2007 tratta dal sito di MTV Il tour delle Spice Girls prosegue negli Stati Uniti fra alti e bassi. Dopo un inizio trionfale, la girlband riunita si è esibita ieri di fronte a una platea semi-vuota a Las Vegas. Il concerto alla Mandalay Arena di Las Vegas si è rivelato un vero flop, nonostante fosse stato annunciato un tutto esaurito. Nessun commento dalle dirette interessate, al momento dirette verso la nuova tappa di New York, per volare poi in Europa dove completeranno la serie di concerti. Purtroppo, fra le ultime date aggiunte - il prossimo anno di nuovo negli Stati Uniti - non appare l'Italia, nonostante la petizione apparsa qualche tempo fa online

    Report

    Rispondi

  • LFexperience

    01 Dicembre 2010 - 11:11

    E ancora, vediamo cosa dice SoundsBlog qualche mese dopo, siamo al 02/02/2008: Si sciolgono le Spice Girls, annullato tutto il tour Australia, Cina, Sud Africa e Argentina erano ancora in programma per le Spice Girls che alla fine di questo tour (dovrebbe terminare il 26 febbraio a Toronto) avrebbero dovuto portare le ragazze ancora in giro per il mondo, ma arriva il comunicato ufficiale che parla della loro rottura e dell’annullamento di tutte le date previste. Fonti Usa riferiscono che il tour deve terminare a causa degli impegni personali e di famiglia di Emma, Geri, Mel B, Melanie C e Victoria. La responsabilità sarebbe principalmente di Mel C che sarebbe già stanca di essere una Spice e preferirebbe tornare ai suoi impegni da solista che come ricordiamo sono stati dei flop. Attendiamo news in proposito ma se tutto fosse confermato sarebbe stata davvero un’operazione mediatica che ha lasciato davvero a bocca asciutta i fans.

    Report

    Rispondi

  • LFexperience

    01 Dicembre 2010 - 11:11

    Passiamo a Starlet Time, di Leonardo. Ecco cosa scrive sempre in qui giorni: Il tour delle Spice Girls: che flop! Ebbene sì, nonostante la grande pubblicità, le promesse e le notizie che, negli scorsi mesi, si susseguivano in tutto il mondo, oggi possiamo affermare con certezza che il tour delle Spice Girls – quello che le ha viste tornare insieme dopo 10 anni di separazione e relative carriere da soliste – è un vero flop. Eppure, per ora, si prosegue negli Stati Uniti fra alti e bassi. Infatti, dopo il debutto a Vancouver che sembrava trionfale, il crollo ha fatto capolino. Occhio a questa frase: "Certo, ricreare i vecchi fasti di un tempo era matematicamente possibile. Chiletti e rughe di troppo ricordano che si è ormai cresciute, altro che “girls”. Ma ognuna delle Spice avrà sicuramente pensato che sarebbe stato un peccato “mortale” rinunciare a ben 15 milioni di dollari a testa per questo tour riconciliante…".

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog