Cerca

Elton John e il marito diventano "babbo e...papà"

Il cantante pop e David Furnish annunciano l'arrivo del pargolo, Zachary, nato da una "madre surrogata"

Elton John e il marito diventano "babbo e...papà"
Sir Elton John è padre. Il cantante pop britannico e il marito, David Furnish, hanno annunciato la "nascita" di un figlio. Il bebè, però, arriva da una "madre surrogata" che vive in California, negli Stati Uniti. "Siamo travolti dalla felicità e dalla gioia in questo   momento molto speciale",  hanno detto i novelli padri. "Zachary (il neonato adottato di tre chili e mezzo, ndr) è sano e sta molto bene e noi siamo genitori felici e orgogliosi".

LE CONGRATULAZIONI VIP - Rocket Man, insomma, con l'adozione torna in prima linea per i diritti dei gay. Anche se ormai, in verità, sono tante le coppie omosessuali, soprattutto negli Stati Uniti, che diventano mamme o papà. All'annuncio della nascita del bambino sono piovute le congratulazioni di amici e colleghi vip: l'attrice britannica Elizabeth Hurley, su Twitter, ha mandato ai neo genitori "montagne di auguri....e non vedo l'ora di tenerlo in collo", mentre Michael Caine l'ha buttata sul politico: "Speriamo che il loro gesto permetta a sempre più genitori di adottare".

INSIEME DAL 2005 - John e Furnish nel 2005 avevano formalizzato la loro relazione in una cerimonia civile, che aveva attirato grande attenzione da parte  della stampa, dopo 12 trascorsi insieme. La cerimonia si era svolta alla Windsor Guildhall, dove si sono poi sposati il principe Carlo e Camilla Parker Bowles.  John ha una residenza a Windsor, alle porte di Londra. Il portavoce del cantante pop non ha voluto rendere noti i dettagli dell’accordo stipulato con la donna americana che ha accettato di fare da madre surrogata.

"ORA LA VITA IN FAMIGLIA" - Dopo aver respinto per anni le pressioni del compagno, Elton John si era deciso l'anno scorso di tentare un'adozione dopo aver visto un bimbo ucraino sieropositivo. La richiesta del cantante, un attivista per i diritti dei malati di Aids, era però finita su un binario morto a causa della sua età, oggi 63 anni, e per il fatto che quel paese non riconosce le unioni civili. John è d'altra parte il padrino di figli di molti amici: tra questi Sean Lennon, il figlio della Hurley e i due figli maggiori di David e Victoria Beckham. E in una ulteriore indicazione che il cantante è pronto a dedicarsi sempre di più ad una vita di famiglia è arrivato l'annuncio di circa un mese fa che non avrebbe più scritto una canzone pop dopo 250 milioni di dischi venduti: "Sono troppo vecchio per competere con Lady Gaga", aveva detto Elton. Forse però non troppo vecchio per cambiare i pannolini.



Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • RANMA

    03 Maggio 2011 - 11:11

    Condivido moralmente lo struggimento dei gay per dei figli. Sono etero,ma di sicuro sò che ci sarebbero molte coppie gay che amerebbero i figli molto più di certe coppie etero che li abbandonano o ne abusano. Spesso i gay sono così desiderosi e pieni d'amore che ne basterebbe per cento orfanotrofi. L'unica cosa che vorrei sottolineare è questa, rispetto per quelli che si comportano in modo dignitoso senza forzature o atteggiamenti sgradevoli, e la stessa cosa lo dico anche contro gli etero. Detesto gli sbaciucchiamenti in pubblico,perchè penso che anche le coccole siano un fatto privatissimo da non sbandierare,altrimenti risulterebbe una violenza su chi non ha velleità voiyeuristiche..

    Report

    Rispondi

  • byxio

    04 Gennaio 2011 - 17:05

    Io però storco un po' il naso quando si parla di uteri in affitto. Col mio compagno, un domani, preferirei adattare un bimbo orfano piuttosto che "ordinarne uno". La coppia aveva tentato la strada di adottare un bambino già grandicello malato di aids, è un peccato che lo stato di nascita del bambino non abbia dato il consenso.

    Report

    Rispondi

  • gia

    04 Gennaio 2011 - 11:11

    I bambini di coppie omossessuali crescono benissimo. Guardatevi il film "i ragazzi stanno bene" uscito quest'anno così capirete che cosa dico. Andate a visitare due associazioni lgbt e conoscerete tante coppie che crescono con amore figli propri avuti da precedenti matrimoni oppure avuti grazie all'inseminazione artifciale. Prima di parlare informatevi. Siete dei poveri ignoranti chiusi nei vostri pregiudizi. L'unica cosa contro natura è la vostra ignoranza. Io sarei d'accordo per permettere l'adozione così da non costringere le coppie gay a ricorrere all'inseminazione aritifciale ed aiutare tanti bambini che ne avrebbero bisogno.

    Report

    Rispondi

  • deer

    04 Gennaio 2011 - 07:07

    E allora, quando siete in internet, andate sul sito de "La Nazione". Da qui in cronache locali e scegliete Siena. Troverete subito il sito "Oltre le differenze" di Natascia Maesi. Scorretelo tutto e poi, col copia - incolla trascrivete qui il vostro commento fatto su "Libero". Scrivete anche al direttore. Vedrete che qualcosa si muoverà!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog