Cerca

Lo "spregevole" Infedele: Il Cav si difende da Lerner

Berlusconi telefona a Gad: "Postribolo mediatico". Replica: "Cafone". La Zanicchi: "Nel programma stavo male"/ VIDEO

Lo "spregevole" Infedele: Il Cav si difende da Lerner
Lunedì sera, nella trasmissione L'Infedele condotta da Gad Lerner, su La7 stava andando in onda il consueto processo mediatico nei confronti del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Il premier ha così telefonato in trasmissione, dove a differenza di quanto accaduto nell'ultima puntata di Ballarò, gli è stato permesso di parlare. Almeno la censura è stata evitata.

L'INTERVENTO - Il Cavaliere ha definito la trasmissione - che trattava lo "scandalo" di Arcore - "un postribolo mediatico", invitando l'europarlamentare del Pdl, Iva Zanicchi, presente in studio, ad abbandonare il programma. In sua difesa Berlusconi ha usato toni accesi, bollando L'Infedele come uno "spettacolo disgustoso, con una conduzione spregevole, turpe e ripugnante", che sostiene "tesi fase, lontane dalla realtà".

LE ACCUSE - La telefonata è arrivata a sorpresa, quando la puntata volgeva al termine. Gad Lerner ha cercato più volte di coprire la voce del premier, apostrofandolo con l'appellativo di "cafone" e sostenendo che avesse "offeso abbastanza". Pronta la replica del premier: "E lei ha offeso al di là del possibile la signora Minetti, che è persona intelligente, seria, preparata e che si è pagata gli studi lavorando".

"SONO STATA MALE" - Iva Zanicchi, nonostante l'invito del premier, non ha abbandonato lo studio. Successivamente l'europarlamentare ha commentato: "Io umanamente capisco Berlusconi, chi altri avrebbe potuto sopportare quello che ha sopportato lui in questi ultimi tempi? E meno male che dicono è il padrone di radio, tv e giornali. Immaginate se lui non fosse il padrone di tutta la stampa italiana cosa avrebbero scritto... impicchiamolo, uccidiamolo, mettiamolo in piazza e facciamolo fuori". La Zanicchi poi ha proseguito: "Non pensavo di ritrovarmi da sola, a parte il sindaco di Verona, a dover replicare ad accuse talmente gravi e pesanti che mi hanno fatto stare male. Come si fa dire che mentre facevano i funerali dell’alpino morto in Afghanistan, Berlusconi gozzovigliava nella sua villa?".   Se la prende la Zanicchi, in particolare con alcuni degli ospiti della trasmissione, Lucrezia Lante della Rovere, su tutti, che durante la trasmissione "sghignazzavano del premier"

RECORD - Parlare del caso Ruby fa comodo a tutte le trasmissioni, e Gad Lerner ne è consapevole. Il processo televisivo inscenato lunedì sera, infatti, è valso alla trasmissione L'Infedele il record assoluto di ascolti. Il programma è stato visto in media da 1 milione 843 mila spettatori, pari al 7,80% di share: cifre che Gad non aveva mai visto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giovinsignore

    31 Gennaio 2011 - 01:01

    é la concertazione di quasi tutti i ... salotti televisivi e giornalistici a senso unico insieme alle aberranti azioni giudiziarie, che sempre più spaventano e convincono che tutte le accuse a Berlusconi sono pura invenzione e tentativi di eversione. Andando avanti così finiremo certamente per trovarci sottomessi a nuove dittature,siano esse fasciste, comuniste o naziste o post delle stesse, il che non cambia molto: a soffrirne saremo sempre noi italiani tutti.

    Report

    Rispondi

  • jos56

    30 Gennaio 2011 - 19:07

    la domanda sorge spontanea diceva nnricordo chi. Ma la colpa di tutto questo di chi è. Se Silvio B.facesse il presidente del consiglio nelle comuni leggi del buon senso e nn del buon sesso forse tutto questo nn succederebbe

    Report

    Rispondi

  • pi.bo42

    30 Gennaio 2011 - 17:05

    Mi permetta di farle notare che Berlusconi è al potere grazie al voto degli italiani. Che non ci meritiamo anche lui.....?

    Report

    Rispondi

  • lusjfe

    30 Gennaio 2011 - 16:04

    li chiamano programmi di approfondimento politico i vari: infedele, annozero, parla con me, ecc... ma in realtà sono programmi solo in una direzione: massacrare un uomo, che purtroppo per loro, ha la stima della maggioranza degli italiani dal momento che l'ultimo sondaggio lo dà circa al 30% di consensi, il 30% è un terzo del popolo italiano e, tutti questi pseudo-giornalisti oltre che offendere berlusconi offendono il 30% del popolo italiano!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog