Cerca

Il Festival non si fa soltanto sul palco A Sanremo tutti sulla barca di Presta

Seconda serata, Al Bano e la Pravo 'bocciati'. Ma tutto gira intorno al supermanager / MENZANI / CRONACA

Il Festival non si fa soltanto sul palco A Sanremo tutti sulla barca di Presta
Riunioni, ospiti, promozioni. Le sorti  del Festival di Sanremo si decidono sullo yacht del supermanager Lucio Presta. E intanto, sul palco dell'Ariston, è andata in scena la seconda serata dello show della canzone italiana: qualche gaffe di Gianni Morandi, cambi d'abito di Elisabetta Canalis e Belen Rodriguez, due big d'annata come Al Bano e Patty Pravo spediti ai ballottaggi e, soprattutto, un paio di belle sorprese dai giovani.

La cronaca della seconda puntata minuto per minuto.
La cronaca delal prima puntata minuto per minuto.

Il dietro le quinte di Alessandra Menzani

La riconosci subito. Davanti, parcheggiata, c’è la Ferrari blu che la sua compagna Paola Perego gli ha regalato per il suo compleanno lo scorso anno. Nelle acque del porto di Sanremo galleggia il vero centro di potere della kermesse, “Villa sul mare”, la barca del  manager Lucio Presta, l’anima ruggente delle ultime fortunate edizioni di Sanremo. Quelle di Bonolis (due) e di Antonella Clerici, suoi assistiti. Quest’anno è riuscito a convincere i vertici Rai, ormai orientati sulla scelta di Manuela Arcuri, a prendere Belen, la sua pupilla per la quale ha progetti pazzeschi.
Nello yacht di 43 metri, 15 stanze e 7 persone dell’equipaggio dormono lui, la Perego, i suoi figli e i fidati collaboratori, tra cui Massimiliano, suo cugino coi ricciolini rossi, al quale ha affidato il compito di diventare l’angelo custode di Belen. Qui fa riunioni di lavoro, cene di piacere, invita amici e artisti, tra cui Mara Venier che si è trasferita a Sanremo con la sua Vita in diretta. Belen spesso dorme sullo yacht, lo spazio c’è. Tante stanze, televisori ovunque. Il capitano frena la curiosità della cronista: «Non sono autorizzato a rilasciare dichiarazioni né a far entrare nessuno».
Morandi, Luca e Paolo, Mazzi, sono tutti venuti da lui. Tutti tranne Elisabetta Canalis, non si sa se per scelta o mancanza di invito. Qui, in barca, è stato addirittura allestito il set di “A casa di Paola”, il talk show della Perego, ma solo per pochi giorni: per motivi tecnici il programma è stato trasportato al Casinò. Presta ha occhi su tutto, dalle trattative con gli ospiti internazionali (come i Take That) a quelli italiani, dai neri pubblicitari alla promozione fino alle idee artistiche.
 I suoi personaggi si fidano ciecamente. È in grado di assicurare la presenza di un asso come Roberto Benigni: è il manager anche del premio Oscar. Simona Ercolani e Federico Moccia (che cura in particolare i testi di Belen) appartengono alla sua scuderia. È un ex, invece, Cesare Lanza, che ha firmato le kermesse di Bonolis e della Clerici, ma poi ha litigato con l’entourage “prestiano” tanto che i giornali l’hanno definito il “picconatore occulto” di Sanremo.
“Villa sul mare” è il luogo in cui, tempo permettendo, Presta si concentra meglio. Infatti l’ha trasformata nel quartier generale della sua nutrita scuderia. Un vero centro direzionale pronto a risolvere problemi e trovare soluzioni.
Belen a volte si ferma qui, come ha scritto “Tv Sorrisi e Canzoni”,  anche se il suo alloggio è al Grand Hotel del Mare della vicina Bordighera, lo stesso di Albano (suo figlio non smette un giorno di chiedere notizie sull’argentina), dove stasera dovrebbe arrivare anche l’amato Fabrizio Corona, ma lui smentisce.  Il prezzo di una suite varia dai 520 euro della Senior agli 850 della Presidenziale. Belen ha voluto con sé tutta la famiglia, mamma, papà, fratello e sorellina, che però hanno affittato una casa in città. Mancano solo le prozie e l’albero genealogico è completo. Oltre a Massimiliano, Belen è seguita dalla manager ed ex modella Paola Benegas, colei che sette anni fa la scoprì. Ora le fa da assistente.
Diversissima da Belen è Elisabetta Canalis. Schiva e solitaria, a Sanremo occupa un mini appartamento all’Hotel Europa (230 euro al giorno) e non la accompagna nessuno a parte l’amica Patrizia e l’assistente Monica, che lavora per Beppe Caschetto. I genitori, papà radiologo e professore e mamma insegnante, sono rimasti in Sardegna per stare vicino alla nonna malata, che purtroppo è mancata alla vigilia della kermesse. Non ci sono, stranamente, neppure gli adorati cagnolini di Ely, i pincher Piero e Mia, animaletti che si porta ovunque, in spiaggia, quando corre, a fare shopping nelle vie di Los Angeles. L’ex velina non si separa mai da loro,  addirittura spiega nelle interviste che i due cagnolini appagano il suo istinto materno. La loro assenza ha stupito tutti. Più di quella del fidanzato George Clooney.
Il patriottico Gianni Morandi si accontenta dell’Hotel tre stelle “Il Globo”, lo stesso del direttore artistico Gianmarco Mazzi, ma ha voluto fare di più. Ha fatto costruire una stanza che lo colleghi direttamente con il teatro Ariston. Cosicché, per andare a condurre Sanremo, non deve nemmeno uscire dall’albergo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • boss1

    boss1

    17 Febbraio 2011 - 17:05

    del festival non me ne frega nulla,mi da noia se è vero che il Benigni pija 250.000 euro per 1/2 ora di cretinate. un operaio se va bene prende 1200 euro al mese. fate 250.000 diviso 1200 e vedete qundo deve lavorare un operaio. VERGOGNA

    Report

    Rispondi

  • tatankayotanka

    17 Febbraio 2011 - 15:03

    Ma dove ha preso la signora le informazioni relative alla barca? Come fanno ad esserci 15 "stanze" (cabine) in un superyacht di 43 metri? Sarebbero dei loculi! In realtà ci sono "solo" 7 cabine doppie, che possono ospitare 14 ospiti. Oltre ad 8 persone di equipaggio (non 7). Forse l'errore sta nel considerare 14 persone (ospiti) = 14 e più cabine. Si tratta indubbiamente di una grossa imbarcazione, ma per avere lo spazio descritto nell'articolo dovrebbe avere qualche decina di metri in più di lunghezza.

    Report

    Rispondi

  • Dream

    17 Febbraio 2011 - 15:03

    :-)), pensa se intercettano pure li!!! Ma che bel mondo!!!gauche au caviar Aleeee!!! e tu pensi che non ci sia gia' il vincitore?!?!? Ma certo! anche si!! :-)), è proprio vero, e ancora parlano....

    Report

    Rispondi

  • pasquino69

    17 Febbraio 2011 - 11:11

    A chi lo ha dato questo che ha fatto tutt'altro che l'agente? Vuoi vedere che come ex seminarista e' stato uso all'uso del b@so e non e' a conoscenza che l'abuso porta al disuso dell'uso del b@so. Questo e' diventato milionario, e la perego a chi la ha data? Regala una Ferrari, vuoi vedere che essendo blu e' quella del fratello mona della 65 denti che non poteva piu' mantenere? Che sia anche questo di estrazione komunistoide? Chi vivra' vedra'.

    Report

    Rispondi

blog