Cerca

Sorelle Fontana: dall'atelier alla fiction

Pronta la miniserie in due puntate che racconta l'affascinante storia di tre donne simbolo della moda italiana

Sorelle Fontana: dall'atelier alla fiction
Nella tv un po' pettegola e guardona c'è spazio ogni tanto per le nostre radici, che siano culturali o semplicemente di costume. Così accanto ai colossal americani sbanca botteghini, ai reality show conditi di ex divi o aspiranti tali, arrivano anche le vicende di chi il costume ha contribuito a crearlo, lasciando un segno indelebile nella storia della moda. Micol, Giovanna e Zoe, le sorelle Fontana insomma, e il racconto, quasi una favola, di uno degli atelier più frequentati della Capitale prenderanno vita in una miniserie realizzata dalla Lux Video in coproduzione con Rai Fiction che andrà in onda il 27 e 28 febbraio.

LA FICTION - Alessandra Mastronardi, Anna Valle e la giovane  Federica De Cola daranno voce e volto alle tre sorelle della moda per il piccolo schermo in Atelier Fontana, la fiction girata da Riccardo Milani. Così riprende vita un mito capitolino (ma non solo), raccontando, a chi non ha vissuto nell'epoca della Hollywood sul Tevere, di quando i divi americani sbarcavano quotidianamente a Roma, e icone di bellezza come Ava Gardner, Rita Hayworth e Audrey Hepburn passavano spesso e volentieri a farsi confezionare un abito dalle sorelle Fontana.

LE SIGNORE DELLA MODA - "Che emozione rivivere la storia della mia vita e delle mie sorelle in un film. Ma al tempo stesso mi dispiace che loro non siano più qui per poterlo seguire tutte e tre insieme", così ha commentato Micol Fontana, 97 anni, elegante signora – come potrebbe essere altrimenti? - che tra le pieghe degli anni conserva il piglio di chi si è costruita la vita con fatica e decisione, interpretata, per il piccolo schermo, da Alessandra Mastronardi, ieri Eva dei Cesaroni oggi una delle signore della moda. L'Atelier Fontana, gestito dalle tre sorelle emiliane sbarcate a Roma in cerca di fortuna, è stato per decenni un vero e proprio punto di riferimento per la moda, culla di un marchio diventato presto ambasciatore, insieme a poche altre firme dell'epoca, dell'eccellenza del made in Italy nel mondo. Sono tante le dive del cinema e le principesse che dalla nascita della griffe hanno dimostrato di apprezzare senza riserve la creatività di Micol, Zoe e Giovanna, Jacqueline Kennedy, per esempio, ma anche Grace di Monaco, Soraya di Persia, e poi ancora Liz Taylor, Ursula Andress e Ava Gardner, hanno spesso scelto un abito delle Fontana per le occasioni più importanti. Ma il successo, quello vero, per le sorelle capaci di costruire un pilastro della moda  con solo 500 lire in tasca,  arriva con il matrimonio del secolo, quello tra Tyron Power e Linda Christian. Furono proprio le tre sorelle Fontana infatti a realizzare il lussuoso abito da sposa, che, grazie all'incredibile diffusione a mezzo stampa, diventò uno degli abiti più sospirati dalle ragazze da marito dell'epoca, non solo in Italia ma anche negli Stati Uniti, consegnando di fatto la griffe alla storia del costume.

di Donatella Perrone

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • robertagold

    02 Marzo 2011 - 18:06

    Seconda puntata mozza fiato...e commuovente fantastica regia, coreografia e musica attrici bravissime ottima produzione Italiana perchè non ne facciamo altre così????? Roberta G.

    Report

    Rispondi

  • frafri

    01 Marzo 2011 - 23:11

    Grande fiction domenica e lunedi per le sorelle Fontana. Un film veramente eccezionale, umano, profondo, toccante, commovente, pieno di passione, di amore, di calore familiare.....una vita, quella delle sorelle Fontana, dedicata interamente per il proprio sogno comune, "la vita per la propria passione", fatto di sacrificio, di difficolta, di ostacoli, ma sostenuto solo dall'unione della famiglia, la tenacia di Micol, e la forza di lottare per i propri sogni senza arrendersi mai.... Purtroppo disconoscevo fino ad oggi la loro esistenza, ma grazie questa fiction posso dire di essere fiera di essere nata in questo paese, l'Italia, che ha avuto il dono di queste tre personalità umili, forti, tenaci, sublimi quali le sorelle Fontana. Grazie Micol, Zoe, Giovanna.

    Report

    Rispondi

  • montecatria

    01 Marzo 2011 - 18:06

    ecco come si può emergere(e,perchè no?,anche arricchire)utilizzando i propri talenti(senza che "qualcuno" pagasse loro l'affitto o le stole di pelliccia).Certo,si tratta di talenti che non tutti e non tutte hanno.Però queste tre sorelle dimostrano coi FATTI la differenza tra una donna e una DONNA.La prima forse ha le "misure" a posto(90-60-90?),o forse no.La SECONDA sa misurare,valutare cose e persone, possiede dei valori che la prima neanche si sogna...,e fa una carriera inimmaginabile e duratura.Brave,bravissime le nostre DONNE,quando decidono di nonessere solo donne.

    Report

    Rispondi

blog