Cerca

Ferrara torna in Rai con una striscia dopo il Tg1

Torna a condurre un programma il vulcanico direttore de 'Il Foglio': la trattativa portata avanti dal dg Masi sarebbe quasi chiusa

Ferrara torna in Rai con una striscia dopo il Tg1
Nella Rai di Santoro, Floris, Fazio, Saviano e compagni, trova spazio anche Giuliano Ferrara. Secondo i ben informati, si sta per concludere la trattativa che porterà alla realizzazione di un programma di informazione, in onda da lunedì al venerdì, in posizione "privilegiata": dopo il Tg1 delle 20. "Ho avuto l'offerta di rifare la mia vecchia rubrica Radio Londra e l'ho accettata", così Ferrara ha confermato le anticipazioni sul suo ritorno in Rai.

La trattativa è condotta dal direttore generale Rai, Mauro Masi, e coinvolge anche il direttore della rete ammiraglia, Mauro Mazza. Il programma di approfondimento andrebbe a collocarsi nella fascia oraria che un tempo era occupata da Il Fatto di Enzo Biagi. Secondo quanto è trapelato, le operazioni per il varo della nuova trasmissione sarebbero avanzatissime, tanto che Masi il prossimo giovedì porterà l'argomento all'esame del Consiglio di amministrazione di Viale Mazzini.

Questo tipo di attività, sottolineano dalla Rai, rientra nelle prerogative del direttore generale, però Masi vuole comunque relazionare sull'argomento in sede di lavori dell'organismo di gestione. Al tempo stesso la mossa del dg, sottolineano negli ambienti della televisione pubblica, evidenzia il fatto che Masi resta ben saldo alla direzione generale rai, al contrario delle voci che lo vedevano in uscita verso altre aziende partecipate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • minovitti27

    29 Marzo 2011 - 08:08

    un grandissimo flop , che buffonata ah ah ah

    Report

    Rispondi

  • passerme

    26 Febbraio 2011 - 23:11

    Bene,bene.....benissimo! Ferrara è uno dei miei miti. Giuliano,o in bocc'al lupo! Cordialità

    Report

    Rispondi

  • larussa

    26 Febbraio 2011 - 15:03

    Ferrara nasce e crsce ( a dismisura) nell'apparato comunista. Fin quando ne riceve vantaggi sta lì e lotta contro gli anticomunisti. Pi trovando poco spazio esce e conincia ad appoggiarsi al potente di turno. Craxi prima. Cade craxi e allora sale sul carro di Berlusconi. Quando Berlusconi non è al potere si affida al Papa. Ritornato Berlusconi lui si fa trovare pronto: A quelli che lo ammirano chiedo: non appena non ci sarà più Berlusconi, su quale carro salirà?

    Report

    Rispondi

  • emi58

    26 Febbraio 2011 - 13:01

    Ecco un'altro giornalista venduto

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog