Cerca

'Sexocracy': il bunga bunga secondo Lele Mora

Da aprile in edicola il docufilm che "racconterà tutta la verità" dell'agente dei vip su sesso, donne e... Berlusconi

'Sexocracy': il bunga bunga secondo Lele Mora
In arrivo la risposta made in Milan a Videocracy di Erik Gandini: Sexocracy – Lele Mora, docufilm scritto e prodotto da Luca Redavid per raccontare le verità nascoste dell'agente più chiacchierato d’Italia.  Ancor più esplicativo (qualora ce ne fosse bisogno) il sottotitolo: "Tutta la Verità su Donne/ Politica/Spettacolo, Bunga Bunga e i suoi rapporti con Berlusconi".

"Il nostro obiettivo non era quello di realizzare un film di destra, né di arruffianarci il Premier o Lele Mora - spiegano i produttori -. Sono peccatori, soprattutto però amanti della vita e delle donne. Sono ricchi e per questo ammirati da tanti".
Sexocracy, ancora in fase di montaggio, non approderà nelle sale ma sarà allegato a numerose testate in Italia ed in altri Paesi. Periodo previsto: fine aprile. Il docufilm su Lele Mora si candida a diventare  la risposta anche ad un altro film in arrivo e già al centro delle polemiche, quel Berlusconi Forever, biografia non autorizzata del Cavaliere scritta da
Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo (e portata al cinema da Roberto Faenza e Filippo Macelloni dal 25 marzo) di cui la Rai ha scelto di non mandare in onda il trailer.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • KING KONG

    09 Marzo 2011 - 10:10

    arriverà anche chi difenderà questa budellata ma sinceramente l'unico aggettivo per definire questo "docufilm" è SQUALLIDO e lo dico a priori perchè è ovvio che non ci sarà modo di farmelo vedere...ma altrettanto squallido è promuovere e parlare dello squallido protagonista per cui mi fermo qui, certa gente non merita di essere nominata....e qualcuno lo difenderà.....CHE SQUALLORE

    Report

    Rispondi

  • giulietta50

    09 Marzo 2011 - 10:10

    a fare pubblicità a certe persone?

    Report

    Rispondi

  • robe

    09 Marzo 2011 - 09:09

    diceva Berlusconi, cui partecipava con la sua "fidanzata". Da rotolarsi dalle risate, se non fosse anche, e purtroppo, il nostro Presidente del Consiglio

    Report

    Rispondi

  • bimbomix

    08 Marzo 2011 - 21:09

    Un fenomeno da circo come Lele Mora deve continuare a stare sotto il tendone . Oppure da un bravo psichiatra a curarsi. E Berlusconi dovrebbe capirlo in fretta. L'unica nota positiva è che se silurassero Mora , non ci sarebbero di sicuro le interessanti manifestazioni di orgoglio gay e lesbo contro le discriminazioni. Chi scommette????

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog