Cerca

Rai all'unanimità: Lorenza Lei nuovo dg per il dopo Masi

Nessuna sorpresa: nomina dal Cda di viale Mazzini. E' la prima donna ad assumere l'incarico

Rai all'unanimità: Lorenza Lei nuovo dg per il dopo Masi
Nessuna sorpresa: Lorenza Lei è il nuovo direttore generale della Rai. La nomina è arrivata dal Cda di viale Mazzini con voto unanime, così com'era avvenuto martedì al momento della indicazione dello stesso Cda all’assemblea degli azionisti. Lorenza Lei è la prima donna nella storia della Rai ad assumere questo incarico e succede a Mauro Masi, nominato nei giorni scorsi amministratore delegato della Consap.

REAZIONI - "La nomina di Lorenza Lei a direttore generale della Rai arriva forse con qualche anno di ritardo rispetto al dovuto, ma è comunque un’ottima notizia per la tv pubblica". E’ quanto dichiara Andrea Sarubbi, deputato del Pd ed ex conduttore Rai. Una nomina che il portavoce del PdL, Daniele Capezzone definisce "una scelta d’eccellenza, che può aiutare la Rai sia sul terreno di una difficile gestione economica sia su quello del rilancio della missione e degli obiettivi del servizio pubblico".  "Speriamo che Lorenza Lei sia portatrice di valori positivi nella programmazione della Rai. C'è bisogno di personalità forti dopo i momenti bui di Masi, durante i quali l’azienda ha perseverato sulla via dello scimmiottamento della tv commerciale". Lo afferma una nota dell’associazione di telespettatori cattolici Aiart. L’Associazione Produttori Televisivi accoglie con soddisfazione la nomina del nuovo direttore generale della Rai, Lorenza Lei. In una nota si sottolinea che l'Apt  "attende fiduciosa un’azione di rilancio dell’azienda alla cui programmazione le imprese associate contribuiscono con prodotti di qualità e di successo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bp07808

    05 Maggio 2011 - 10:10

    Mi auguro che la dott. Lei valuti attentamente e senza pregiudizi anche tra i suoi dipendenti ! ci sono persone con un curriculum da " paura" tenute al chiodo e punite soltanto per le idee e il carattere - Non so quale siano le sue idee politiche ma e' una donna ....... confido molto in questo sopratutto per una spiccata sensibilita' e correttezza morale che senz' altro che ci contraddistingue ! Infiniti Auguri

    Report

    Rispondi

  • beylerbey

    04 Maggio 2011 - 18:06

    ha fama di essere persona schiva ma profondamente legata al lavoro e molto professionale. E poi il fatto che piaccia sia a dx che a sx le permetterà di avere, almeno all'inizio, carta bianca. Spero che la Signora LEI riesca a far ritornare interessante guardare la TV pubblica, eliminando tutte quelle trasmissioni per lobotomizzati che, anche se fanno ascolti, fanno solo venir voglia di schiacciare il pulsante OFF del telecomando. Cordialmente.

    Report

    Rispondi

  • Stefano55

    04 Maggio 2011 - 16:04

    Augurando alla nuova direttrice un buon lavoro, spero tanto che dia continuità a quanto fatto precedentemente da Masi. Io sono circa 30 anni che pago il canone, e mai come in questi ultimi anni di gestione Masi, ho mancato di rammaricarmi dei soldi spesi. Ricordo i passaggi che hanno recentemente avvicinato la Rai agli altri network di stato europei: l'avvento del digitale terrestre e la conseguente proliferazione di canali in chiaro, l'uscita dalla oscura commistione con Sky, l'inizio delle trasmissioni in alta definizione, l'avvento di Tivusat (che ha sancito la possibilità per chiunque paga il canone ed abita in zona non coperta dai segnali terrestri, di usufruire dei programmi Rai), la nomina dei direttori TG che rispecchi la ripartizione elettorale, la nascita di uno spazio IN PRIMA SERATA dedicato anche a chi vota centro-destra (Ferrara).... Io che seguo saltuariamente anche le trasmissioni televisive estere via sat, ho finalmente percepito una Rai allineata al resto d'Europa

    Report

    Rispondi

  • Galleggiamo

    04 Maggio 2011 - 16:04

    Peggio di Masi non potrà fare.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog