Cerca

Benigni ospite a Sanremo

Villari: "La Rai si svende"

Benigni ospite a Sanremo
Roberto Benigni sarà ospite della prima puntata di Sanremo, il festival della musica italiana che aprirà i battenti martedì 17 febbraio e che per questa edizione sarà condotto da Paolo Bonolis. Ma la presenza del comico toscano alla kermesse musicale è già finita al centro delle polemiche in Parlamento. Tutto è cominciato per un articolo apparso oggi sulla Stampa nella quale veniva avanzata l’ipotesi che la Rai sia impegnata a trattare la presenza dell’attore che in cambio chiede di riavere in esclusiva i diritti per lo sfruttamento commerciali dei suoi lavori: filmati, sketch e partecipazioni che ammontano ad un totale di 691 minuti e dal valore ancora tutto da definire. Un colpo per la televisione di Stato che ha costruito la sua storia sulle teche, l’archivio di cui solo l’azienda dispone.
L'interrogazione parlamentare Il direttore generale della Rai Claudio Cappon ha provato a calmare le acque e a chiarire il fatto: “È strategico e importante sia avere Benigni che mantenere un rapporto storico con l'artista. C'è poi un altro aspetto che riguarda la trattativa commerciale. Non viene fatta nessuna svendita dei diritti perché il sistema è tale che ci dovrà essere una condivisione dei proventi tra noi e Benigni”. Ma la dichiarazione non è bastata a bloccare l’iniziativa di tre senatori: Silvio Sircana del Pd, Marco Perduca dei Radicali e l’ormai famoso ed ex presidente della commissione Vigilanza Rai Riccardo Villari, iscritto ora al Gruppo misto: “Alla luce delle dichiarazioni del dg Cappon, ci chiediamo per quale motivo la Rai dovrebbe perdere guadagni per ospitare un artista italiano in una trasmissione come Sanremo tra le più prestigiose del servizio pubblico, importante vetrina per qualunque personaggio”, si sono chiesti i tre nell’interrogazione parlamentare presentata nel pomeriggio.
Quell'agente in comune Non finisce qui, perché dalle loro parole traspare anche l’idea di un conflitto d’interessi che riguarderebbe Benigni e Bonolis, che in comune hanno l’agente Lucio Presta. “L’agente di Roberto Benigni, inoltre, è lo stesso che si occupa degli ‘affari’ di Paolo Bonolis. Particolare non di poco conto alla luce del fatto che la presenza di Benigni al Festival gioverebbe al conduttore quanto al noto ospite, che avrebbe a disposizione una delle vetrine televisive più prestigiose del nostro Paese”. E a goderne dei benefici sarebbe pure Presta. A questo punto “perché mai i contribuenti, che pagano annualmente il canone, dovrebbero continuare a versare soldi ad una Tv pubblica che agisce contro i propri interessi?”, si domandano i senatori. Alla luce anche degli ingaggi di conduttori e ospiti.
Gli ingaggi Paolo Bonolis può vantare il primo posto tra gli ingaggi dell’edizione 2009 con 1 milione di euro, mentre al secondo c’è da Hugh Hefner, il fondatore della rivista Playboy che compare nella lista degli invitati (180mila dollari, quasi 140.000 euro), seguito da Gabriella Pession, valletta d’occasione (30mila) come Alessia Piovan, che può contare su un ingaggio da 5mila euro.
Urgono spiegazioni. Intanto il Festival di Sanremo è ufficialmente cominciato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • angelo.Mandara

    13 Febbraio 2009 - 15:03

    Paolo Bonolis confessa : "Per il Festival guadagno un milione di euro...E' il mercato" !!! Evviva...in questo momento di crisi feroce...non è male. Naturalmente..."onorario" pagato da quel nostro tanto discusso canone. Purtroppo non c'è la volontà di "calmierare" questi avvenimenti nazionali, che nemmeno più tali non sono. Quando sappiamo che "San Remo" ogni anno di più perde irrimediabilmente "audience" ...e non interessa più soprattutto per i "testi" delle canzoni e "discografia" collegata ?? Ma se Bonolis merita "un milione" (come Bonaventura),...allora a quei primi presentatori che, intorno al 1950, hanno iniziato con il "vero spirito ed interpretazione della valorizzazione" della nostra Canzone...cosa avrebbero dovuto dare ?? Con gli ultimi Festival si è, man mano, assistito ad un arricchimento dello scenario (abiti femminili e ospiti di grande fama e quest'anno non dovrebbero mancare anche le "conigliette"). Questa crisi, le cui frustate sono ancora da venire,...non sta insegnando proprio niente...neppure il pudore della vergogna ?? O anche il Festival dovrà finire nel paniere dell'ISTAT ?? Saluti. Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • angelo.Mandara

    12 Febbraio 2009 - 17:05

    Paolo Bonolis confessa : "Per il Festival guadagno un milione di euro...E' il mercato" !!! Evviva...in questo momento di crisi feroce...non è male. Naturalmente..."onorario" pagato da quel nostro tanto discusso canone. Purtropp non c'è la volontà di "calmierare" questi avvenimenti nazionali, che nemmeno più tali non sono. Quando sappiamo che "San Remo" ogni anno di più perde irrimediabilmente"audience".. e non interessa più soprattutto per i "testi" delle canzoni e "discografia" collegata ?? Ma se Bonolis merita "un milione" (come Bonaventura),...allora a quei primi presentatori che, intorno al 1950, hanno iniziato con il "vero spirito ed interpretazione della valorizzazione" della nostra Canzone...cosa avrebbero dovuto dare ?? Con gli ultimi Festival si è, man mano, assistito ad un arricchimento dello scenario (abiti femminili e ospiti di grande fama e quest'anno non dovrebbero mancare anche le "conigliette"). Questa crisi, le cui frustate sono ancora da venire,...non sta insegnando proprio niente...neppure il pudore della vergogna ?? O anche il Festival dovrà finire nel paniere dell'ISTAT ?? Saluti. Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • enricosecondo

    11 Febbraio 2009 - 14:02

    Da quando Benigni è apparso siulle scene vende il suo personaggio sempre nella stessa maniera. Sarà bravo, ma tutto l'incenso consumato per osannarlo ne valeva la spesa? A mio modesto avviso no. In Italia molte volte si scambia l'ottone per oro e poi se tutti dicono che è bravo sarà bravo per forza anche se io non capisco quanto bravo sia. A fare i suoi interessi è a quanto pare bravo. Bravo Benigni. Ho detto troppe volte bravo?

    Report

    Rispondi

  • sebrisi

    11 Febbraio 2009 - 10:10

    Se quella è comicità..!!! Lo avete tanto incensato e quello vi rompe ...le balle. Siete sicuri che sia un comico e di talento? Negli USA non ci va più da quando hanno proiettato quella schifezza di film, che purtroppo ho visto anch'io. Siate comprensivi con il popolo che paga il vostro canone e toglietecelo definitivamente desde las pelotas!!!

    Report

    Rispondi

blog