Cerca

Sky saluta Guzzanti (Corrado): in tv dopo nove anni

Il migliore della famiglia si ripresenta con un'ora e mezza di gag in prima serata. Satira a senso unico? / MENZANI

Sky saluta Guzzanti (Corrado): in tv dopo nove anni
L’ultima volta che è apparso in tv sono stati quegli otto, strepitosi minuti a “Vieni via con me”. Ci sono state le incursioni telefoniche dalla Dandini, come quella in cui ha imitato Mauro Masi. Ma sono nove anni che Corrado Guzzanti non mette la faccia in tv da protagonista assoluto. E per farlo snobba la Rai e sceglie Sky. Il 9 giugno prossimo il più talentuoso della famiglia Guzzanti (va detto), il comico che mette d’accordo destra e sinistra è in onda con uno speciale.

Una puntata unica su Sky Uno: lui su un palco televisivo, senza pubblico ma con i suoi personaggi più famosi (Vulvia, ad esempio, è assicurata) e un nuovo “figuro” - mostrato da oggi nei promo di Sky Uno - un tizio incappucciato, un massone che rappresenta colui che gestisce i poteri occulti del Paese (chi è?).  Guzzanti appare con il volto coperto, alle sue spalle due signorine poco vestite e una musica tetra. Sarà affiancato dal fedelissimo Marco Marzocca, il braccio destro di una vita, dal comico Max Paiella (quello che imita, tra gli altri, Augusto Minzolini a “Parla con me”) e Paola Minaccioni.

Un’ora e mezzo di gag e risate in prima serata. Il modello è l’«Italialand», il nuovo programma su La7  di Maurizio Crozza, ma la trasmissione non ha ancora un titolo definitivo. Corrado ci deve pensare su ancora un po’.  Sky corteggia Guzzanti da quasi due anni e questo dovrebbe essere  il primo passo per un probabile futuro progetto insieme.  Magari come ha fatto Fiorello con il suo spettacolo teatrale. Lui era rimasto ai margini del piccolo schermo da «Caso Scafroglia» (Raitre, novembre-dicembre 2002) ma c’è chi ancora sogghigna, oggi, ricordando la sua apparizione dello scorso novembre nella trasmissione di Fazio e Saviano. Davanti a un leggìo si è esibito per otto minuti con una battuta via l’altra, tutte a sfondo politico. «Berlusconi corrompe dei senatori: “Mi hanno detto che erano maggiorenni”»; «Maroni vuole costringere le donne islamiche, per farsi riconoscere, a togliere il velo. Berlusconi, per lo stesso motivo, le mutande»; «Anche il ministro Brunetta indagato per gli scandali sessuali. Rinvenuto lo sgabello»; «La Lega telefona alla ’ndrangheta: “Ma ci cercavate per qualcosa?”». Satira a senso unico? Ma no. Ne aveva anche per il presidente della Camera («Fini ha compiuto la sua parabola, era fascista, è stato post-fascista e ora, tornando al futurismo, è pre-fascista») e per la sinistra: «Il Pd è il primo partito in Italia a usare le primarie. Ed è il primo partito al mondo che le perde», «su alcuni manifesti del Pd compare Bersani con una foto in bianco e nero. Ma il fotografo giura che la pellicola era a colori» e via così. Il teatro di Fazio quasi crollò per gli applausi. E poi la telefonata alla Dandini nei panni di un ex dg Rai Mauro Masi in stato lievemente confusionale: «Mi vedo costretto a intervenire perché mi devo dissociare da me stesso, poi devo dissociare l’azienda, poi devo dissociare me stesso dall’azienda e mi aspettano pure a cena».

di Alessandra Menzani

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • charlie1

    26 Maggio 2011 - 10:10

    Era ora che Corrado Guzzanti tornasse in tv. Alcuni dei suoi personaggi hanno fatto scuola quali : Il mafioso in attesa di processo, il Massone, il televenditore di arte ed il telepredicatore. Grande anche l' imitazione di Tremonti Forza Corrado!!!!

    Report

    Rispondi

  • roberto19

    roberto19

    25 Maggio 2011 - 18:06

    che si scatenano le discussioni. Il Guzzanti "deve piacere" altrimenti si è di destra. Se piace si è di sinistra. Ma cos'è questa destra ... ma cos'è questa sinistra? Gaber era tutta un'alta cosa! Guzzanti mi è cordialmente antipatico!

    Report

    Rispondi

  • libero42

    25 Maggio 2011 - 16:04

    Finalmente un vero comico, giusto in tempo per sostituire il tuo preferito, quello che blatera da 5 0 6 TV contemporaneamente, ma che ormai non fa più ridere nessuno.

    Report

    Rispondi

  • woody54

    25 Maggio 2011 - 14:02

    Ma vi hanno fatto con lo stampino? Voi berluscones siete tutti tristemente uguali , puoi guardarti fede o la d'urso, che usano un linguaggio più semplice che perfino tu puoi capire

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog