Cerca

Bonolis non ci sta:

"Delegittimate il Festival"

Bonolis non ci sta:
E’ il giorno della controffensiva di Paolo Bonolis. Se negli ultimi giorni è stato al centro di feroci polemiche per il suo ingaggio a Sanremo (1 milione di euro) e per le spese che la Rai dovrà sostenere per i compensi agli ospiti della kermesse musicale, oggi il conduttore ha rialzato la testa e ha sparato ad altezza uomo contro quelli che hanno manifestato “la volontà di delegittimare quello che può essere, e altro non è, che un’occasione di serenità, disimpegno, meraviglia per molti”. La carica è andata in onda su Radio Due durante la trasmissione “Due di tutto”. Un clima che “si crea sempre” prima del festival, ma quest’anno ci sono andati giù pesante perché l’atmosfera di tutti i giorni è segnata dalla crisi economica. “Se avessi fatto qualcosa che non quadrava non lo avrei fatto”, ha detto Bonolis. E la somma del suo ingaggio “è un’offerta che mi è stata fatta e ho accettato. Sono 8 mesi di lavoro ed è impegnativo in un mercato, quello televisivo, che per 8 mesi se vuole fare qualcosa in un certo modo ha una determinata tariffa”.
Bonolis non ci sta a diventare capro espiatorio per la classe dirigente. “L’importare è la gestione delle problematiche”, ma “invece di risolverle facciamo pensare che siano altre cose e a quelle cui veramente bisognerebbe mettere mano non ci pensa nessuno”. C’è una “enorme fronda di persone che cercano di delegittimare tutto, di gettare ombre su ogni cosa. Ti fanno vincere la cultura del sospetto, dell’intrigo. Sembra non ci sia più niente di bello e meraviglioso al mondo”. Lui, Paolo, è semplicemente “una persona che cerca di sorridere”, circondata però da quei tanti che provano a fare il contrario.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nico.primo

    05 Gennaio 2010 - 21:09

    La realtà è che comunque la si guar di, è stata in passato ed è attual mente offensiva per tutta la gente che non arriva a fine mese. Delle canzonette e dei BONOLIS possiamo farne a meno del necessario no. Detto questo BONOLIS non è un chi rurgo che giornalmente fa trapianti di cuore ecc. non è un tale che salva vite umane. E' uno che approfitta dell'occasione, tenuto conto di chi tratta con soldi de gli altri, fregandosene. Bonolis altro gregario della sx. che ne dice dei lavoratori che sabato dimo stravano in piazza per la precarie tà della loro vita. Con il costo del festival quanti si potrebbero salvare da una situazione di fame. On. VITA il fariseo è lei ed i suoi associati in P.D. Andatevene a fan...termine inventa to da GRILLO e da voi brevettato.

    Report

    Rispondi

  • angelo.Mandara

    16 Febbraio 2009 - 11:11

    Cosa vuol dire "delegittimare" il Festival...forse perchè assurto ad uno dei tanti "mostri sacri" d'Italia ?? Comunque l'indecenza.. sono i compensi che girano nell'ambito RAI (mentre la qualità è scadente)!! Paolo Bonolis confessa : "Per il Festival guadagno un milione di euro...E' il mercato" !!! Evviva...in questo momento di crisi feroce...non è male. Naturalmente..."onorario" pagato da quel nostro tanto discusso canone. Purtroppo non c'è la volontà di "calmierare" questi avvenimenti nazionali, che nemmeno più tali non sono. Quando sappiamo che "San Remo" ogni anno di più perde irrimediabilmente "audience"..e non interessa più soprattutto per i "testi" delle canzoni e "discografia" collegata ?? Ma se Bonolis merita "un milione" (come sor Bonaventura),..allora a quei primi presentatori che,intorno al 1950, hanno iniziato con il "vero spirito ed interpretazione della valorizzazione" della nostra Canzone...cosa avrebbero dovuto dare ?? Con gli ultimi Festival si è, man mano, assistito ad un arricchimento dello scenario (abiti femminili e ospiti di grande fama e quest'anno non dovrebbero mancare anche le "conigliette"). Questa crisi, le cui frustate sono ancora da venire,...non sta insegnando proprio niente...neppure il pudore della vergogna ?? Saluti. Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • alberto.b

    16 Febbraio 2009 - 10:10

    provo un profondo e grave malessere, si può pure definire schifo! perchè bisogna obbligatoriamente pagare il canone rai? perchè nonostante siamo obbligati a sostenere il servizio radio televisivo (che comunque è sempre in perdita) e vedere che i TOP MANAGER della RAI pagano questi stipendi faraonici per trasmissioni che fanno pena. Fossi in loro proverei un po' di vergogna. Quanto costa il canone rai? Credo che se dessero a Bonolis 200.000,00 € starebbe benissimo lo stesso e la qualità del programma non cambierebbe, e molto probabilmente andare a pagare il canone mi romperebbe un po' meno i marroni...

    Report

    Rispondi

  • graziella

    16 Febbraio 2009 - 08:08

    adesso fa l'offeso, ha lavorato 8 mesi!! ma a quando la colletta per comprargli il companatico, prima che sia costretto ad andare a rubare nei supermercati, come i poveri pensionati! Lo usassero per pagare i carabinieri, quel milione di euro, che rischiano la vita per neppure 2000 euro al mese!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog