Cerca

Se la bellezza rompe i confini: Miss Padania apre a 'terrone'

Stasera a Milano la finale del concorso della Lega, che ammette in gara meridionali e straniere al Nord almeno da dieci anni

Se la bellezza rompe i confini: Miss Padania apre a 'terrone'
La Lega Nord integralista? Macché. Quanto a bellezza femminile, il Senatur e i suoi aprono i confini. E dunque, porte aperte a terrone e straniere per Miss Padania, il concorso di bellezza che da 13 anni incorona la reginetta che meglio rispecchia le caratteristiche estetiche e culturali della gioventù del Nord.  "Elegante e realista, ancorata alle certezze e alla tradizione", si legge nel regolamento: doti che potrebbero scivolare a pennello anche sulle linee di una campana, siciliana e via discorrendo. O su una egiziana, perché no? Sabato sera agli Arcimboldi di Milano, Umberto Bossi potrebbe baciare le gote e consegnare la fascia proprio ad una immigrata o figlia di immigrati. I requisiti minimi per diventare reginette del Nord sono 17 anni compiuti e dieci anni consecutivi di residenza in Padania, oltre che la  cittadinanza italiana.

LA RIVOLUZIONE -
Sarà che dalle parti del Carroccio si sono accorti della penuria di bellezza padana d'origine controllata,  sarà che se il Sud  - o il mondo - ha qualcosa di buono da offrire è ben accetto, sarà che di questi tempi gli integralismi non pagano, sarà che in tema di donne e di 'curve' ci sono argomenti che tengono molto più che la provenienza. Fatto sta che la prossima "ragazza del Nord" potrebbe non essere proprio settentrionale. Una vera e propria svolta per il partito federalista che aveva dato battesimo al concorso proprio per sottolineare una differenza 'antropologica' tra le donzelle di Milano rispetto a quelle di Catania. Un presupposto rimane però inderogabile: va bene la figlia di immigrati pugliesi a Bergamo, purché il suo pensiero sia sempre "in linea con la Lega".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alvit

    06 Giugno 2011 - 11:11

    volete che facciamo intervenire anche quelle con il burka e con il velo islamico?? Solo ed esclusivamente padane, non vogliamo infiltrazioni terrone.

    Report

    Rispondi

  • griggiofranco

    05 Giugno 2011 - 19:07

    Per coerenza, solo nate in PADANIA.!!!! cordialmente franco griggio

    Report

    Rispondi

  • frenkfree

    05 Giugno 2011 - 15:03

    beata ignoranza,non si paga pegno perché si ignora.AUGURI!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • iltrota

    05 Giugno 2011 - 10:10

    Dai, tranquilli: hanno eletto una padana doc di Albino (Bg)! Le milizie di Umberto possono dormire sonni tranquilli, l' invasione delle extracomunitarie (le infiltrate...) è rimandata a tempi più lontani. Peccato che Bossi non fosse presente.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog