Cerca

La Rai dice addio a Santoro, sempre più verso La7

Annozero non è nei palinsesti della rete. Per Viale Mazzini e il teletribuno è una separazione consensuale

La Rai dice addio a Santoro, sempre più verso La7
Michele Santoro è sempre più vicino a La7. Prima si scopre che Annozero non figura più nel nuovo palinsesto autunnale di Rai2, poi arriva la nota di viale Mazzini. La risoluzione del contratto di lavoro con il teletribuno è dunque ufficiale.  Un divorzio consensuale: Rai e Santoro hanno "convenuto di risolvere il rapporto di lavoro" e "inteso definire transattivamente il complesso contenzioso", si legge nella nota di Viale Mazzini. "Si è ritenuto infatti -prosegue il comunicato - di far cessare gli effetti della sentenza del Tribunale di Roma, confermate in appello, in materia di modalità di impiego di Michele Santoro, recuperando così la piena reciproca autonomia decisionale".

La notizia dell'assenza di Annozero dai palinsesti era stata riportata dall'Agenzia Italia, che aveva raccolto indiscrezioni sui programmi della prossima stagione delle tre reti generaliste e che sarebbero all'esame del Cda di Viale Mazzini. Per il resto, tra le proposte riportate nel consiglio di amministrazione Rai, risulterebbero poche modifiche rispetto a quelle portate dai direttori di rete. Ma c'è anche un caso Fabio Fazio. Che tempo che fa potrebbe essere spostato al lunedì, come chiesto dal direttore di Rai3, Paolo Ruffini.

Nella mattinata di lunedì c'era stato l'incontro tra il vice direttore generale e responsabile per l'offerta televisiva, Antonio Marano, con i direttori di Rai1, Rai2 e Rai3. Secondo quanto si è appreso, il programma del teletribuno Michele Santoro era previsto nel piano di Massimo Liofredi, il direttore della seconda rete, ma durante il confronto in Cda, quando l'intero dossier-palinsesti era nelle mani del direttore generale Lorenza Lei, Annozero non risultava tra i programmi in agenda.

Come accennato, l'ipotesi più probabile che sta dietro all'addio di Santoro, è il possibile trasloco di Santoro dalla Rai a La7 di cui si parla da giorni anche se Enrico Mentana - che sarebbe alla guida della trattativa -  alza il freno. "È una situazione ancora magmatica e fluida - ha detto il direttore del tg La7 - . Domani sentiremo cosa dirà Santoro. Questo è il momento in cui bisogna stare tranquilli e cauti ed aspettare". C'era chi sosteneva, invece, che Santoro avrebbe potuto rimanere in Rai, però con altri incarichi: ipotesi prontamente smentita dalla nota della società. Sicuramente maggiori dettagli sulla vicenda verranno a galla martedì, nel corso della conferenza stampa per la fine della stagione di Annozero annunciata dallo stesso Santoro.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Napolionesta

    12 Giugno 2011 - 12:12

    Giullare alla corte della Sinistra non fara`piu`ridere nessuno, torna dietro le quinte, Pagliaccio.

    Report

    Rispondi

  • vitali vanna

    07 Giugno 2011 - 09:09

    Alla rai,grazie alla sentenza del giudice,comandavi tu,adesso vedremo,riccioluto salernitano gonfio di spocchia,se potrai comportarti da vigliacco a la 7,casa che ti si addice,visto che il capetto è ilpredicatore Mentana

    Report

    Rispondi

  • freefaber

    07 Giugno 2011 - 09:09

    Santoro che, per inciso, non gode della mia simpatia, andava trattenuto in RAI. Ciò per le seguenti ragioni: 1) Annozero porta tanti milioni di euro nelle casse RAI in pubblicità che adesso verranno a mancare (pagheremo noi col canone!) 2) Berlusconi, in passato, ha vinto malgrado Santoro in TV pertanto se stavolta le cose sono andate diversamente non credo proprio che dipenda dal giornalista.3) L'offerta dei programmi RAI è davvero deprimente e non credo che il problema del livello davvero basso fosse Santoro, d'altra parte, altri soggetti hanno avuto la possibilità (e che possibilità...) di far programmi (CON COSTI ENORMI!!!) ma i risultati sono stati men che impalpabili...e, si noti, è il pubblico l'unico arbitro in grado di dare un giudizio! Morale della favola: sono anni che mandiamo giù, pagandola profumatamente, una TV inguardabile; senza Santoro non credo che avremo una RAI migliore perché Santoro, semmai, è un problema tra i mille anzi era...

    Report

    Rispondi

  • alby118

    07 Giugno 2011 - 08:08

    Ma a nessuno viene in mente che l'unica cosa che interessi al personaggio sia il simbolo € ?? .Non penso che passando a LA7 il nostro ,anzi, il vostro Santoro prenda i voti da Francescano.Un Paperon De Paperoni si sinistra che non avra' bisogno di soldi pubblici ( ne trovera' ancor di piu' dove andra' ) per campare. Un Requiem per Santoro in RAI ma senza versare una lacrima.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog