Cerca

"Avanti un altro" parte in autunno ma è già un flop. Bonolis s'arrabbia: "Fatelo voi questo format"

Anche la seconda puntata zero del game show di Canale 5 non convince Mediaset e Endemol. Il presentatore sbuffa: "Lo conduca un altro"

"Avanti un altro" parte in autunno ma è già un flop. Bonolis s'arrabbia: "Fatelo voi questo format"
Nuove nubi si addensano su Avanti un altro, il game show del preserale che Paolo Bonolis dovrebbe condurre – il condizionale è ormai d’obbligo – in autunno su Canale 5, il cui destino appare sempre più incerto. Stando a quanto riporta il sito TvBlog, sembra infatti che anche la seconda puntata zero, registrata due giorni fa con le modifiche apportate dopo che i vertici Mediaset ed Endemol erano rimasti delusi dalla prima, non abbia soddisfatto le aspettative.
I motivi? Poco adatto alla fascia cui è destinato, si dice, forse un po’ troppo datato per la televisione di oggi e con alcuni giochini che ricordano altri già visti (ce ne sarebbe uno nel quale vince chi dà la risposta sbagliata, un po’ come avviene nella “scossa” de L’eredità, dove quella esatta deve essere accuratamente evitata). Insomma, con una formula da rivedere. Poiché proverbialmente non c’è due senza tre, sembra quindi che siano stati richiesti ulteriori aggiustamenti e la registrazione di una terza puntata pilota per testarne ancora una volta l’effetto, ma a questo punto il conduttore avrebbe detto no. I bene informati raccontano che Paolino sarebbe andato addirittura su tutte le furie, stufo di dover rimettere continuamente mano al format, e avrebbe lasciato lo studio dicendo qualcosa come «Fatelo fare ad un altro».
Che poi sarebbe come dire Avanti un altro, appunto. Stando così le cose, c’è da domandarsi cosa ne sarà del programma, cucito addosso a Bonolis e al suo stile di conduzione: se lui dovesse rifiutarsi di metterci la faccia, è improbabile che venga scelto un diverso presentatore, molto più verosimile che si decida di accantonare il progetto e anticipare la messa in onda – prevista a gennaio – di Money Drops, affidato al “solito” Gerry Scotti e già valutato positivamente da Endemol. Di certo, bisognerà sbrogliare la questione al più presto: la presentazione dei palinsesti si avvicina e prima del 29 giugno Mediaset e i suoi investitori dovranno sapere, nel preserale, su quale cavallo puntare. Il programma che anticipa il Tg5, come noto, è di importanza fondamentale.

di Donatella Aragozzini

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • peppe87

    23 Giugno 2011 - 20:08

    non dermodere Paolo!!!

    Report

    Rispondi

  • peppe87

    23 Giugno 2011 - 20:08

    Se la prendono con Paolo Bonolis, perchè il suo nuovo programma, "avanti un altro" è un flop e Medias tnon si aspettava questo risultato, io dico di smetterla, e di pensare che Paolo mette sempre la buona volontà a creare qualcosa di nuovo, e nessuno se ne accorge, e poi cosa c'è di male se qualche quiz ricorda unaltro? nei programmi che vediamo adesso, tipo l'Eredità, che cambiamenti hanno fatto?? nessuno, perchè non hanno tolto la scossa per esempio? adesso che male c'è a prendene magari spunto, mi spiace solo una cosa, che a Paolo gli venga portata via questa possibilità di fare il preserale, visto che c'è sempre Gerry Scotty con il suo noiso Milionario!!!! Forza Paolino, siamo con te!!!

    Report

    Rispondi

  • Dream

    23 Giugno 2011 - 13:01

    "Il programma che anticipa il Tg5, come noto, è di importanza fondamentale", non succede, ma se io voglio vedere il tg1,il 2, tg4, ...queste trasmissioni che trainano verso i TG, a me non dicono proprio nulla..nessuna trasmissione mi trascina a vedere un tg, del quale non m'interessa, posso vedere fino alle 20 qualcosa su rai 1,e alle 20, vado a tg 5..se mi va...

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    23 Giugno 2011 - 12:12

    Ops è fallita.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog