Cerca

Sanremo, Bonolis fa 12 milioni

Non c'è storia per nessuno

Sanremo, Bonolis fa 12 milioni
Non c'è storia per nessuno. Se c'è Bonolis non esiste confronto. Regge alla grande il Sanremo di Paolino: e nella seconda serata regala un nuovo super sorriso a Fabrizio Del Noce. Il festival è sempre più salvo, con i suoi 12 milioni 399 mila telespettatori. Il picco d'ascolto in termini assoluti è stato registrato alle 21.46 con 15.968.000 telespettatori. Un successone. Nonostante dall'altra parte (su canale 5) ci fosse la concorrenza 'spietata' di Maria de Filippi: la regina della tv italiana tiene infatti botta con i suoi 'Amici': per lei 4.234.000 di telespettatori e il 20.43% di share sul target commerciale.
Ma Bonolis si conferma il mattatore della tv: ieri sera la scena è stata tutta sua. Non c'erano Mina e Benigni a fargli da spalla. L'eroe è lui, unico e incontrastato.
"Ieri sera ho visto il teatro Ariston impazzire. L'energia che è arrivata dai pirati del rock della Pfm è stata fantastica. Non mi era mai capitato di vedere l'Ariston ballare. Sono stato contentissimo", si gongola Paolo Bonolis. "Con Luca abbiamo vissuto tutto con leggerezza. Le canzoni sono state la dominante. È stata una puntata eccellente. Stasera, per la prima volta, sul palcoscenico dell'Ariston ci saranno artisti italiani e non che tendenzialmente questo palcoscenico lo ignorano. Le nuove proposte si esibiranno con Paoli, Vanoni, Daniele, Cocciante, Zucchero e tutti gli altri. Stasera ci sarà la possibilità di conoscere un doppio premio Oscar, Kevin Sapcey. Avremo Alain Clark. E ci sarà la bellezza di Gabriella Pession e la simpatia di questo brasiliano che parla italiano, Thyago Alves. L'unica cosa di cui mi dispiaccio è che ci sono alcuni che sembrano non vedano l'ora che tutto finisca. È un peccato, perché credo che questa manifestazione sia un'occasione per tutti di poter stare bene, un'occasione di disimpegno che non fa male a nessuno. Io non so quale gioia possa esserci nel desiderare la non qualità di un prodotto. Sinceramente è una cosa che non capisco. Nessun grazie a quelli che vogliono vedere un'agonia disperata" del festival".
Promossi e bocciati - E se da un lato il pubblico premia e promuove Paolo e la sua banda, boccia invece un'altra voce storica della canzone italiana: dopo l'eliminazione di Iva Zanicchi (con Tricarico e Afterhours), ieri sera è toccata ad Al Bano essere estromesso dalla gara. Fuori anche la coppia Nicky Nicolai-Stefano Di Battista e Sal Da Vinci.
Televoto incriminato - Intanto è di nuovo polemica sul televoto: "Un euro a voto, 5.000 voti sicuri per 5.000 euro": è la denuncia lanciata da 'Striscia la notizia', riportando una notizia pubblicata su Il Foglio, secondo cui la gara al festival di Sanremo rischia il doping telefonico. Secondo l'articolo "attraverso i call center oggi è possibile comprare voti per il proprio artista. Versando l'assegno e poi sedersi, in attesa che il doping telefonico sortisca il suo effetto sulla classifica, se si è ultimi non si vince, ma se si è ottavi magari si arriva secondi". In base al regolamento del Festival 2009, nelle serate di venerdì e sabato, col televoto è possibile dare fino a un massimo di 7 voti con la stessa utenza fissa o mobile nell'arco delle 24 ore. Secondo il quotidiano, in questo modo si lasciano agli operatori dei call center il tempo di generare più di 10 mila voti al giorno sull'artista indicato. "Ritengo che la questione del televoto effettuato tramite call center in un evento come il Festival di Sanremo, al quale come è noto sono poi collegate anche delle scommesse, possa avere una valenza penale e sconvolga il meccanismo della gara. Ci auguriamo che la Guardia di Finanza possa svolgere un'indagine sugli episodi evidenziati anche su 'Striscia la Notizià e forse la Rai, in attesa di chiarimenti, dovrebbe sospendere la modalità del televoto": è questa la posizione di Enzo Mazza, Presidente della Fimi, la Federazione Industria Musicale Italiana.

Silvia Tironi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • olga.antonelli

    19 Febbraio 2009 - 16:04

    Anch'io non credo ai milioni di spettatori che guardano Sanremo.

    Report

    Rispondi

  • ghorio

    19 Febbraio 2009 - 16:04

    Ho visto che il mio interevento inviato per criticare Sanremo, così osannato dalla stampa italica non è apparso sul web. Evidentemente non si possono avanzare dubbi sul numero delle persone che guardano questa trasmissione, in quanto il signor Paolo Bonolis,come del resto Rosario Fiorello e Simona Ventura, godono di buona stampa. Non posso entrare nel merito della trasmissione, perchè la guardo, ma sul numero dei telespettatori si potrà credere qunado tutte le Tv saranno dotate del meter. Fermo restando che il numero non vuol dire qualità. Giovanni Attinà

    Report

    Rispondi

blog