Cerca

Raffaello, notte da 'Scarface': Furia neomelodica: manette

Follia del cantante napoletano di Gomorra: litiga con un pompiere e poi picchia vigili, guardie e infermiere. Tutta da solo: arrestato

Raffaello, notte da 'Scarface': Furia neomelodica: manette
Violenza e porto abusivo di coltelli; e ancora oltraggio, minacce, lesioni, violenza e resistenza a pubblico ufficiale: è la sfilza di reati che sono costati le manette a Raffaello, star neomelodica partenopea. La vicenda di cui si è reso protagonista potrebbe essere una degna sequenza di Gomorra, film di cui ha firmato la colonna sonora: il cantante ha fatto il giro del mondo con "La nostra storia", brano che apre il film di Garrone e fa da sottofondo alla scena del solarium. Sabato mattina, il 24enne sarà processato in direttissima per aver coinvolto in una rissa nell'ordine:  vigili del fuoco, poliziotti, guardie giurate, vigili urbani, infermieri. E senza un apparente motivo.    

Furia neomelodica -
Tutto sarebbe cominciato con un violento botta e risposta con un pompiere all'alba di venerdì: l'uomo rientrava a casa (in via Sant'Anna dei Lombardi, al centro storico di Napoli) e Raffaello lo avrebbe aggredito, in circostanze e per ragioni ancora tutte da chiarire. La tensione sale e dalle parole si passa alle mani. Di qui, l'intervento di una terza persona che cerca di dividere i due. Fatalità, si tratta di una guardia giurata. La zuffa comunque finisce e il neomelodico, annusando odor di guai fugge a gambe levate. Trova riparo in un residence poco più avanti, accolto da amiche francesi. La caccia all'uomo, però, oramai è comiciata e il cantante viene scovato ben presto. Pochi minuti dopo, infatti, alcuni poliziotti vanno a bussare alla sua porta. Dopo un paio di 'toc toc', Raffaello balza fuori con in mano due coltelli: minaccia gli agenti finché poi decide di affrontarli ad armi pari. Butta via le lame e si lancia nella lotta a mani nude, campo in cui non dev'essere molto ferrato. Fatto sta, che gli agenti erano numericamente superiori e dopo qualche minuto il 24enne è immobilizzato.

Implacabile Raffaello - La resa è ancora lontana: Raffaello, non contento dei duelli affrontati  sino ad allora, ha fatto ancora in tempo a colpire un infermiere - ancora senza un apparente motivo - , che era lì a
medicare il vigile del fuoco ferito. Anche un vigile urbano è stato coinvolto dalla sua furia da guerriero:  il cantante, infatti,  ha anche tentato di impossessarsi della pistola di un vigile urbano, accorso sempre per prestare soccorso. Anche in commissariato, il neomelodico ha continuato imperterrito a dare spettacolo, minaccando qualunque agente tentasse di placarlo.


 





Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • doblone

    10 Luglio 2011 - 11:11

    Una settimana in galera,lì apprezzano molto la carne fresca,dà un'altro punto di vista sulla vita perchè si dilatano gli occhi

    Report

    Rispondi

  • sebin6

    09 Luglio 2011 - 08:08

    giudici, date un buon esempio ai giovani che volessero emulare le sue gesta. Qualche annetto di galera vera sarebbe un buon esempio.

    Report

    Rispondi

  • raucher

    08 Luglio 2011 - 20:08

    nessuno

    Report

    Rispondi

  • migpao

    08 Luglio 2011 - 19:07

    stop.

    Report

    Rispondi

blog