Cerca

Anche via Poma diventa fiction Tv, è boom dei casi di nera

Mediaset e la casa di produzione non si sbilanciano ma le riprese dovrebbero iniziare ad agosto. In cerca dei protagonisti

Anche via Poma diventa fiction Tv, è boom dei casi di nera
Da Perugia, a via Poma. Il passo è breve, se la fiction inizia - come sembra - a cavalcare l'onda della cronaca nera. Un genere che sta benedicendo in ascolti chiunque si accosti. I dati parlano chiaro: con la recente trafila di morti ammazzati & casi riaperti, l'ultima edizione di Quarto Grado è diventata il vero "caso" di stagione, regalando a Rete Quattro ascolti superiori ai 3 milioni di spettatori. Il mercoledì, invece, è ormai in mano a Chi l'ha visto?, puntualmente leader del prime time. Gli stessi Tg (a eccezione di quello Mentaniano su La 7)  aggiornano, con dovizia di particolari, le indagini in corso. Per non parlare degli immortali plastici di Porta a porta, sempre sulla notizia. Il tutto benedetto, appunto, da un ottimo ritorno in termini di ascolti. Perché, dunque, la fiction non dovrebbe buttarsi a pesce e cavalcare il fenomeno? Tanto più ora che le varie squadre di C.s.i. - Ncis - Criminal Minds - Criminal Intent iniziano a confondersi nella mente del pubblico e un cult come Distretto di polizia arranca a mantenere la media di rete. Dunque, largo ai gialli verità, dove il sapore del reality si possa sposare a un delitto ancora irrisolto.
Il primo titolo, annunciato da tempo, è il film tv Amanda Knox: Murder on Trial in Italy. Protagonista, la nota studentessa americana, qui interpretata dall’ex Heroes Hayden Panettiere, accusata di avere ucciso la propria coinquilina Meredith, a Perugia. In questo caso, però, la produzione è americana.
Tutto italiano è invece il progetto per Canale 5 dedicato al delitto di via Poma. Alla fiction sta lavorando TaoDue, che della cronaca ha ormai fatto il proprio marchio di fabbrica. Come si ricorderà, infatti, tutte le serie della casa di produzione, da Distretto di polizia a Ris, utilizzano per i casi di puntata fatti realmente accaduti. Però, appunto, un conto è ricostruire delle indagini, già  concluse nella realtà, per tracciare le linee verticali di una serie (con questo termine si intendono le storie gialle autoconclusive di puntata), un altro paio di maniche è narrare un’indagine aperta, o comunque ancora irrisolta, spalmandola su un intero arco narrativo. Nel secondo caso, l’appeal è indubbiamente maggiore e la presa sul pubblico assicurata.
Dunque, il delitto di via Poma. Sul progetto né la casa di produzione né Mediaset intendono sbilanciarsi, ma la lavorazione dovrebbe essere comunque a uno stadio avanzato, se è vero che ai primi di agosto (il delitto avvenne nell’agosto del 1990) iniziano le riprese  a Roma. Al momento di andare in stampa, si stanno ancora cercando sia l’interprete della vittima, Simonetta Cesaroni (della quale  si prevedono solo poche scene, probabilmente anche per rispetto ai suoi famigliari), che quella della sorella Paola. Stando ai rumors che circolano in rete, quest'ultima dovrebbe essere la protagonista della serie. Paola è stata infatti la prima a dare l'allarme, denunciano l'uccisione della sorella. Non si sa nemmeno quale sarà il volto di Raniero  Busco, l'ex fidanzato di Simonetta, mentre  Giorgio Colangeli dovrebbe interpretare  Pietrino Vanacore, il portiere dello stabile dove si è consumato il delitto. Ufficiale la presenza nel cast di Silvio Orlando, anche se non è chiaro se interpreterà il padre della vittima o il ruolo dell’ispettore. Alla regia, Roberto Faenza.
di Francesca D'Angelo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • treesse

    19 Luglio 2011 - 23:11

    Ad una sentenza "fiction" basata su mere supposizioni e senza un briciolo di prove, consegue una fiction televisiva di supporto. Luca Steffenoni, criminologo di spessore e brillante scrittore l'aveva già previsto nel suo "Nera, come la cronaca cambia i delitti", libro illuminante e controcorrente sul mondo del delitto.

    Report

    Rispondi

blog