Cerca

Morto il patron Enzo Mirigliani Miss Italia perde il suo re

L'ex responsabile del concorso di bellezza è morto a Roma a 94 anni. Aveva preso lo scettro da Villani e l'ha ceduto alla figlia

Morto il patron Enzo Mirigliani Miss Italia perde il suo re
Enzo Mirigliani, storico patron di "Miss Italia", è morto oggi nel Policlinico Gemelli di Roma, dove era ricoverato da alcuni giorni. Era nato il 22 aprile 1917 a Santa Caterina sullo Jonio (Catanzaro) e si è occupato di concorsi di bellezza dal 1953. Quattro anni dopo, a Trento, è entrato a far parte di Miss Italia, diventandone il responsabile nel 1959, prendendo l'eredità dal creatore del Concorso Dino Villani. Al momento della morte di Mirigliani - informa l'ufficio stampa di Miss Italia - erano presenti la moglie Rosy, le figlie Rosaria e Patrizia e il nipote Nicola.

La storia - Enzo Mirigliani, 50 anni da "signor" Miss Italia, era terzo di sei fratelli. Nato a Santa Caterina sullo Jonio (Catanzaro) il 22 aprile 1917, all’età di 17 anni si era arruolato volontario nell'Esercito dove rimase fino al 1952. Ha combattuto anche in Africa dove, a El Alamein, ha partecipato alle vicende che videro protagonista il generale Rommell. Sposato da 64 anni con Rosy Ragno, conosciuta a Trento dove si trovava la sua caserma, ha due figlie, Rosaria e Patrizia. Quest'ultima lo ha affiancato nella sua attività di organizzatore di eventi e concorsi, per poi sostituirlo, dieci anni fa, anche se lui non ha mai rinunciato ai suoi consigli.

Una vita tra le Miss - Mirigliani si è occupato di concorsi di bellezza dal 1953 dopo essersi dedicato, a Trento con la moglie, a una casa di moda. Nel 1957 gli viene affidata l'organizzazione di Miss Italia nel Trentino Alto Adige e due anni dopo diventa patron del concorso, ereditandolo da Dino Villani, il creatore della manifestazione - che aveva un altro nome - nel 1939. La prima reginetta di Mirigliani, eletta a Ischia, è stata Marisa Jossa, napoletana, mamma di Roberta Capua, Miss Italia 27 anni dopo, nel 1986.

Ragazze della porta accanto - Di Miss, Mirigliani ne ha elette 50: tanti sono gli anni che in pratica l'hanno visto alla guida della manifestazione. Di candidate - si calcola - ne ha selezionate almeno un milione, tutte "ragazze della porta accanto", slogan tutto suo, una specie di bandiera del concorso. Ragazze normali, non dive o top model, ma comuni, come le dattilografe, le commesse, le impiegate, le studentesse che si incontrano sul pianerottolo di casa. Mirigliani le ha portate tutte in passerella, "principesse di un giorno" o, almeno, di un anno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog