Cerca

La Dandini parla con La7: Serena andrà in prima serata

L'ex conduttrice di Parla con me, dopo lo strappo con la Rai, trova posto in casa Telecom con un format tutto suo

La Dandini parla con La7: Serena andrà in prima serata
Anche Serena Dandini, come da copione, trova uno spazio nel nuovo porto televisivo La7. Tutto torna. Serena chiude il cerchio e avrà ancora come direttore Paolo Ruffini, passato da Rai3 alla televisione di casa Telecom, dove secondo le indiscrezioni che sono trapelate condurrà un format in prima serata. Questo l'atto finale di una vicenda che si è protratta per lunghi mesi.

La vicenda - La prima tappa fu la presentazione alla Rai di Parla con me, che risultava regolarmente in palinsesto: data fissata per la messa in onda della nuova edizione del format della Dandini il 27 settembre. Quindi le liti e lo stallo sul contratto e le incomprensioni con la Fandango, la società produttrice del programma che lavora in esclusiva con la Dandini e che voleva agire in deroga a quanto deciso per le altre trasmissioni da Viale Mazzini. Il 16 settembre il Cda Rai e la dg Lorenza Lei bocciarono il contratto con Fandango: niente appalti all'esterno perché i programmi Rai devono essere realizzati al 100% sfruttando risorse industriali di casa propria. E così Serena rimase con un due di picche in mano: lei, 'parlava da sola'.

Campagna acquisti - A distanza di un mese la notizia: l'ex conduttrice di Parla con me si sposta armi e bagagli a La7. La sera di oggi, venerdì 14 ottobre, la Dandini sarà ospite da Lilli Gruber (insieme al regista Paolo Sorrentino) a Otto e Mezzo, sulla rete Telecom, ed è possibile che snoccioli qualche dettaglio sulla sua avventura televisiva. L'unico che manca a La7, oggi, è Michele Santoro: soltanto con il teletribuno la rete non ha trovato un accordo dopo il suo strappo con la televisione di Stato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Liberovero

    14 Ottobre 2011 - 12:12

    La RAI, cioè l'azienda di tutti noi italiani, perde ascolti e gente che faceva audience e quindi soldi, per passare alla concorrenza e qui c'è ancora qualcuno che esulta per le epurazioni fasciste del cavaliere di Arcore. Intanto LA7 cresce non solo in ascolti ma anche in qualità mentre noi paghiamo Minzolini e Ferrara che ci raccontano un Italia che non c'è. Cose da pazzi.

    Report

    Rispondi

  • cal.vi

    14 Ottobre 2011 - 11:11

    non mi resta che disdire telecom.

    Report

    Rispondi

  • laghee

    14 Ottobre 2011 - 11:11

    le coscie della contessa "ridens" sono salve !

    Report

    Rispondi

  • leccato

    14 Ottobre 2011 - 10:10

    E' l'unica rete che sta incrementando gli ascolti ed e' facile capire il xche' . Ha preso persone capaci nel proprio mestiere a differenza di minzo ferrara e compagnia bella

    Report

    Rispondi

blog