Cerca

Sposini legge e guarda la tv. La famiglia: "Grazie a tutti"

Migliorano le condizioni del giornalista che adesso è vigile e mangia da solo. In una lettera, i familiari ringraziano per l'affetto

Sposini legge e guarda la tv. La famiglia: "Grazie a tutti"
Torna a sorridere la famiglia di Lamberto Sposini, colpito da grave emorragia cerebrale lo scorso 29 aprile. Il giornalista, infatti, migliora di giorno in giorno ed è "vigile, cosciente, legge i giornali, guarda la televisione e mangia autonomamente".

La lettera -
Ad aggiornare i mezzi d'informazione sulle attuali condizioni di salute di Sposini i suoi familiari con una lunga lettera mandata ad alcuni giornali locali umbri. 
Nella lettera, anche i ringraziamenti a tutti coloro che sono stati vicini al giornalista in questi sei mesi di paura: dai colleghi, agli amici fino ai suoi fan. "Sentiamo il dovere di ringraziare - si legge - quanti ci sono stati vicini e si sono interessati al decorso delle sue condizioni di salute e continuano a farlo: parenti, amici, conoscenti o semplicemente telespettatori suoi ammiratori. Lo facciamo a distanza di qualche mese, in un momento in cui possiamo guardare con maggiore serenità al futuro delle condizioni di salute di Lamberto che, come ha avuto modo di dichiarare anche la figlia Francesca, ha iniziato un lungo e complesso percorso di riabilitazione, facendo continui progressi. È ritornato infatti ad essere vigile, cosciente, a leggere i giornali, a guardare la tv e a mangiare autonomamente. Possiamo quindi ben condividere l'ottimismo dei medici - prosegue la lettera - che lo hanno curato e continuano a curarlo e a riabilitarlo. Ciò che indubbiamente aiuta Lamberto in questa sua lotta è l'assidua e amorevole vicinanza dei suoi familiari più stretti, a cominciare da Francesca, con gli stimoli particolari della figlia minore e di sua madre Sabina, e dei due nipotini".

"Fin dall'inizio di questa vicenda - continua la lettera - abbiamo potuto constatare il grande affetto che si è manifestato intorno a Lamberto e ai suoi familiari, innanzitutto da parte dei suoi colleghi ed ex colleghi del giornalismo televisivo, che giornalmente hanno voluto interessarsi alle sue condizioni di salute. Personaggi che hanno mostrato tutta la loro autentica umanità. Taluni sono anche coinvolti in alcune attuali fasi riabilitative. Ci ha colpito anche la vicinanza, specialmente nei primi giorni della sua infermità, di tante persone sconosciute, che si sono presentate raccontando di analoghe malattie, proprie o di altri, che si sono risolte positivamente, o hanno lasciato un rosario, l'immagine di un santo, o l'assicurazione di una preghiera personale o di un gruppo".



Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sparviero

    17 Ottobre 2011 - 21:09

    La vita spesso ti mette a dura prova , occorre trovare in ogni momento la forza e la volontà di reagire ad ogni avversità. Sono certo che con l' aiuto della tua famiglia e di chi ti vuole bene ,riuscirai nuovamente a svolgere pienamente il tuo lavoro con la professionalità e la simpatia che hai sempre avuto . A presto .

    Report

    Rispondi

  • st.em8143

    17 Ottobre 2011 - 14:02

    ma questo non e il giornalista che si fece pagare da Moggi per parlare bene della Juve?

    Report

    Rispondi

  • herbavoliox

    17 Ottobre 2011 - 12:12

    Sono davvero contenta per la ripresa di Lamberto, coraggio vogliamo rivederti in tv, sei il signore dei giornalisti. Carla

    Report

    Rispondi

  • Placido Olivieri

    17 Ottobre 2011 - 10:10

    Lamberto Sposini è uno dei pochi giornalisti verso cui ho sempre avuto una stima illimitata, conseguenza della Sua alta professionalità, signorilità, dignità, coerenza e grande onestà intellettuale. Un grande augurio di vero cuore per la Sua pronta guarigione nella speranza di poterlo, presto, rivedere nel suo ruolo di vero signore della televisione italiana. Un augurio, anche, ai familiari tanto provati in questo lungo periodo di sofferenze. Un abbraccio ed a presto Lamberto!

    Report

    Rispondi

blog