Cerca

Hunziker choc, parla della setta "Fu come una droga. Un incubo"

Michelle dopo anni di silenzio parla del periodo trascorso nei Guerrieri della Luce: "Ne suono uscita. Furono giorni complessi"

Hunziker choc, parla della setta "Fu come una droga. Un incubo"
Dopo una lunga latitanza dagli schermi italiani, Michelle Hunziker ritorna in tv nella trasmissione L'Arena di Massimo Giletti. Nel corso del talk show domenicale la showgirl svizzera ha deciso di raccontarsi, oltre a lanciare lo spettacolo teatrale che porterà in scena al Sistina a Roma. Nella chiacchierata con Giletti si è parlato di diversi temi e momenti della sua vita, dal Festival di Sanremo al rapporto con sua figlia Aurora. Ma la Hunziker ha deciso poi di parlare anche di quello che fino a ieri era stato un tabù, ossia la sua esperienza con la celebre setta dei Guerrieri della Luce. Michelle ha deciso di raccontare qualcosa di quel "terribile" periodo della sua vita.

"E' come la droga" - "Cadere in una setta - ha spiegato - è come essere alcolisti, tossicodipendenti. Viverla è stato grave, pesante. Uscire è stata una vittoria". La Hunziekr dal 200 al 2006 è stata fidanzata con Marco Sconfienza, figlio della Maga dei Guerrieri della luce, Giulia Breghella. "Non ho nessun problema a parlare di questo, non l'ho mai fatto perché ci sono dei tempi tecnici di metabolizzazione - ha continuato -. Sicuramente ho vissuto dei momenti molto complicati, ma la cosa bella è che oggi posso dire: Ne sono uscita. Bisogna fare più prevenzione". Poi la Hunziker ha raccontato come è finita nella setta. "Quando hai un momento di difficoltà cosa fai? Cerchi Dio, quando tutti noi perdiamo un nostro caro ci facciamo delle domande ed è in quel momento che loro si insinuano. Capiscono che hai un tallone d'Achille, delle debolezze e delle fragilità, ti dicono 'ti vogliamo bene'".

"Serve maggiore prevenzione" - Michelle si avvicinò alla setta subito dopo la morte del padre, un momento difficilissimo della sua vita, e spiega quanto sia stato difficile entrare a far parte di quel circolo, e di quanto sia stato altrettanto difficile, successivamente, uscirne e trovare il coraggio di affrontare questo argomento. Per la Hunziker non si deve assolutamente farsi coinvolgere in queste setta, ma piuttosto in un momento di difficoltà affidarsi unicamente all'affatte di famigliari e amici. La conduttrice elvetica ha poi invocato maggiore informazione e prevenzione, poiché sono numerose le persone che cadono in questo tipo di sette.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • tempus_fugit_349

    08 Novembre 2011 - 07:07

    Mamma mia, che articolo interesante. Speriamo venga pubblicato con maggiori dettagli su Novella 2000. Sicuramente andrà a ruba.

    Report

    Rispondi

  • prt

    07 Novembre 2011 - 16:04

    Grazie a Michelle per la sua sincerita' ed il suo coraggio di voler parlare di questa sua dolorosa esperienza,...adesso che molte persone , difronte a difficolta' maggiori del solito...dovute a tanti fattori : economico ecct...sono piu' fragili...e quindi piu' a rischio di rimanere schiave di qualcuno o qualcosa. LA FORZA SI DENOTA IN CHI SI RIALZA DAI PROPRI ERRORI E DEBOLEZZE E POI , , FA TESORO DELLE' ESPERIENZE VISSUTE PER SE E PER GLI ALTRI !!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • gilucas

    07 Novembre 2011 - 16:04

    Problemi complessi, per una mente complessa; si è poi salvata grazie alla propria complessione.

    Report

    Rispondi

blog