Cerca

Orfani Benigni sgonfio per l'ultimo Fiorello Senza più il Cav può già andare in pensione

Il comico toscano ospite per il gran finale dello show di Rai1: più volgare (e più banale) di Checco Zalone, ormai è alla frutta

Orfani Benigni sgonfio per l'ultimo Fiorello Senza più il Cav può già andare in pensione

Oh, si tratta sicuramente di un grande successo, ascolti da favola e critici televisivi in ginocchio. Sfugge solo un particolare: perché dovrebbe essere interessante l'ennesima replica di Roberto Benigni a Il più grande spettacolo dopo il weekend? Fiorello è senz'altro un geniaccio del varietà, un sublime intrattenitore. Forse poteva inventare qualcosa di diverso dalla consueta spernacchiata antiberlusconiana dell'ex comico ora patetico toscano. Cioè un altro  che non si è reso conto della realtà, del fatto che Silvio non è più al governo e forse si potrebbe fare ironia sul nuovo governo. Non fosse che è troppo difficile cavare dal cilindro qualcosa di interessante su Monti e soci. Fiorello ha tenuto per sé lo sbertucciamento delle lacrime di Elsa Fornero, ministro del Welfare. E a Benigni non è rimasto altro che rovistare nello sterco.

Guarda il video su LiberoTv: Benigni da Fiorello "L'inno del corpo sciolto"

Non solo quello - metaforico - dell'odio anti Cav, ma anche quello ben più prosaico dell'inno del Corpo sciolto. Una canzone che Roberto non suonava dal vivo da trenta anni, tutta dedicata alla merda. Dicono i cronisti illuminati che Checco Zalone è volgare perché scarica raffiche di parolacce. Dovrebbe essere divertente, invece, la canzoncina strafritta sulla cacca? Dovrebbero essere divertenti le battute sulle dimissioni del Cavaliere, che sarebbero "Le più belle degli ultimi 150 anni"? O sul Cavaliere che aveva tanti castelli e tante principesse, "tutte sul pisello"? Se Benigni non ha niente di meglio in repertorio, forse potrebbe anche ritirarsi, nonostante il nuovo governo abbia alzato l'età pensionabile. Nel suo caso, bisognerebbe fare un'eccezione e spedirlo anticipatamente a riposo: sarebbe un sacrificio affrontabile senza lacrime, anche per una con la piangina facile tipo la Fornero.

di Francesco Borgonovo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • petromilli

    12 Dicembre 2011 - 19:07

    Andrò contro tendenza , ma a me piace quell'inno elegante e vagamente allusivo.Con qualche piccolo miglioramento questo cammeo autobiografico potrebbe diventare lo spot dei CONFETTI FALQUI.

    Report

    Rispondi

  • pacena

    12 Dicembre 2011 - 12:12

    Lo so forse la mia email è inopportuna in questo momento di caos,ma il caos lo hanno combinato i politici anche agli Italiani che vivono in Svizzera perchè quando si fanno i trattati bilaterali dovrebbero mandare in giro politici competenti del proprio lavoro e invece mandado in giro asini che non capiscono niente e per colpa della loro ignoranza noi Italiani in Svizzera se vogliamo prendere la pensione,e il terzo pilastro, dobbiamo morire in Svizzera per il casino che hanno fatto in nostri politici se io torno in Italia prendero solo un quarto di pensione, e tre quarti restano in Svizzera tutta la gente che ha portato i contribbuti in Italia all'ips l'anno presa nel culo perchè prendono di meno di un Italiano che non ha mai lavorato questo grazie ai nostri brillanti politici, non solo che non ci siamo goduti la nostra terra ma siamo stati inculati dai nostri connazionali e gli Svizzeri ridono,la Spagna,il Portogallo,e altri paesi presenti in Svizzera hanno tutelato i loro cittadini.

    Report

    Rispondi

  • fabrizioch

    10 Dicembre 2011 - 23:11

    in una fase di preoccupazione per il nostro Paese,,,,,,,,,pagare 400.000 euro, a questo personaggio per due ore di " spettacolo" è una VERGOGNA, immagino il compenso del conduttore, un' altra VERGOGNA italiana.- Se si tagliassero tutti questi sprechi,,,,,il Canone Rai costerebbe la metà, il popolo pagherebbe meno tasse, avrebbe più soldi in tasca da spendere,,,,,ripartirebbero i consumi e l' economia....... bisogna tagliare sempre a partire dall' alto.....

    Report

    Rispondi

  • gangisalvo38

    09 Dicembre 2011 - 15:03

    ormai il buffone di corte ha perso la sorgente delle sue povere idee,a mè non ha fatto ridere mai, e quelli che lo applaudano poveri di spirito e fantasia non avendo di meglio si accontenteno di poco, viva la rai, pagare il canone è un furto abuso

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog