Cerca

Aiuto, Santoro raddoppia: "Avanti fino a giugno"

Il teletribuno proseguirà Servizio Pubblico. L'editore denuncia l'ennesimo complotto: "Per gli spot incassiamo troppo poco"

Aiuto, Santoro raddoppia: "Avanti fino a giugno"

Dopo la flessione costante, puntata dopo puntata, il Servizio Pubblico di Michele Santoro, nell'ultima messa in onda, ha ripreso due punti di share. Così il teltribuno, rincuorato, non lascia ma raddoppia. Dopo aver spiegato di voler partecipare all'asta delle frequenze digitali, per la quale avrebbe da mettere sul piatto un milione di euro, Santoro ha spiegato che il suo programma proseguirà fino a giugno. L'annuncio ufficiale lo ha dato Sandro Parenzo di Telelombardia: "Visti i risultati della raccolta pubblicitaria abbiamo deciso di andare avanti fino a giugno". Ma non è tutto. Dopo le continue notizie relative al sabotaggio, furto o incendio dei ripetitori che regione per regione permettono a Servizio Pubblico di andare in onda, ecco ventilata una nuova ipotesi di complotto. Lo stesso Parenzo, cavalcado la multa comminata all'Auditel per carezne strutturali, ha spiegato: "Gli investitori (per la pubblicità nella trasmissione, ndr) sono consapevoli che spendono per gli spot la metà del dovuto". Il complotto, insomma, continua...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • jongingiullo

    19 Dicembre 2011 - 23:11

    Ora sicuramente Santoro sarà nei pensieri

    Report

    Rispondi

  • vitali vanna

    17 Dicembre 2011 - 14:02

    Fazio ha detto che gli artisti(LITIZZETTO)possono dire quello che vogliono. IO sono un'artista e dico che Santoro, solo a vederlo in foto, mi fa ca..re

    Report

    Rispondi

  • blu521

    17 Dicembre 2011 - 14:02

    Per certa gente la ricreazione non finisce mai. 3milioni a puntata a Sgarbi (meno male 1 sola e poi stop) vanno bene, idem per 2 milioni annui a Vespa, per non parlare del longilineo di radio londra che prosegue nell'indiffereza generale. Visto che parlano di debito pubblico e invocano accertamenti, perchè non si documentano su chi l'ha aumentato?

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    17 Dicembre 2011 - 13:01

    che sia fatto l'accertamento fiscale per i milioni di soldi pubblici che si e' pappato, la villona al mare, se paga le tutte le tasse. Quello che fa in una organizzazione privata non frega niente a nessuno, puo' fare quello che vuole, basta che non costa al debito pubblico.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog