Cerca

La guida agli album del 2012: riflettori puntati su Madonna

Un anno in musica. In arrivo i lavori di Bob Sinclar e David Guetta. Attesa anche per la Aguilera, Bruce Springsteen e gli U2

La guida agli album del 2012:  riflettori puntati su Madonna

E' una sfilza di nomi lunga così, quella degli artisti pronti a dare alle stampe i loro album nel 2012. Diamo un occhio al panorama internazionale e partiamo da Bob Sinclar. Che, assieme a David Guetta, continua a dare tanto alla dance, anche e soprattutto fuori dai club. Giusto un esempio: con la fortissima Fuck With You il top dj francese è sbarcato a Cortina, per il cinepanettone dei Vanzina. Ed è una certezza che questa canzone, proprio come la robusta Rock The Boat, farà parte del suo Disco Crash, in uscita tra qualche settimana.

Un bel parade lap, o giro di ricognizione, lo stanno facendo invece i Maroon 5, dai quali ci aspettiamo tanto, specie dopo l'ottimo exploit sotto l'ombrellone con la celebrativa Moves Like Jagger. Perché cambiare rotta una tantum è facile, quindi la vera sfida, adesso, sarà continuare a seguire quel filone danzereccio senza perdere la consueta eleganza. Sul ring non mancherà neppure la polposa Christina Aguilera, pronta, ne siamo certi, a risalire la china (la citata band dell'amico Adam Levine e la partecipazione al talent The Voice le han dato man forte) con un nuovo cd e un singolo che forse si chiamerà Love Your Body. Entrambi dovranno fare più di Bionic, almeno in termini di vendite, visto che spesso (sempre) si bada ai numeri e non alla qualità. Purtroppo.

Mentre, una che nel duemiladodici continuerà a far parlare solo grazie alla sua musica, è senz'altro Emeli Sandé, promessa del pop sofisticato. Il 2011 è stato tutto suo grazie ad Heaven, che è genio, grinta, luce. E tra qualche giorno tocca a Daddy, brano potente, solenne. Sempre a gennaio, Emeli racconterà la sua versione dei fatti, pubblicando il disco di debutto Our version of events. In dirittura d'arrivo, tra gli altri, Avril Lavigne, No Doubt, Ke$ha, Nicole Scherzinger e Miley Cyrus. Tra i rapper, ecco 50 Cent, Ludacris, Jay-Z, la giunonica Nicki Minaj con il suo alter ego Roman Zolanski, e Lil Wayne, che farà il bis con I am not a human being II e Rebirth II.

A rianimare il moribondo rock ci proveranno i Linkin Park, i Green Day e Bruce Springsteen. E, in modo particolare, gli U2, nonostante le idee sulla road map da seguire sembrano un tantino confuse. Tempo fa, per dirne una, si parlava di una collaborazione con Guetta: scommettiamo che alla fine sarà proprio il dj delle stars ad indicare a Bono e compagnia cantante la retta via e a ricordargli che non è passata un'eternità da quando, con la splendida Discothèque, invitava i suoi fan a catapultarsi in discoteca per scatenarsi nelle danze?

Last but not least, l'artista per la quale c'è più attesa: Madonna. Non passa giorno, infatti, senza che escano indiscrezioni sul suo lavoro, il cui titolo dovrebbe essere Luv, almeno secondo Perez Hilton, uno sempre sul pezzo. Tra i produttori, oltre al deus ex machina William Orbit e a Martin Solveig, spunta il nostro Benny Benassi, già remixer della stellare Celebration. Inutile, a questo punto, continuare con le previsioni. Tanto mancano appena due mesi all'uscita di Gimme all your luvin, il singolo di lancio. Forse, basta solo citare quel geniale clip pubblicato su Youtube, Madonna's reaction to 2011 hits, che immortala una serie di espressioni facciali epiche, e il più delle volte condivisibili, che l'ex material girl fa ascoltando i successi pop dell'anno appena trascorso. Un video che, se autentico, la dice lunga su quanto bolle nel pentolone di casa Ciccone.

di Leonardo Filomeno

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog