Cerca

La storica nega le Foibe: Vespa su tutte le furie

A 'Porta a Porta' la Kersevan contesta un serivizio giornalistico e nega l'eccidio: la rabbia di Bruno che perde l'aplomb

La storica nega le Foibe: Vespa su tutte le furie

Che fosse una puntata esplosiva lo si era capito quando Porta a Porta ha diffuso il nome dell'ospite: Alesandra Kersevan, la storica negazionista delle Foibe. Così è stato. Con le sue affermazioni è riuscita a far perdere l'aplomb perfino al meno rissoso dei giornalisti Tv. La lite è esplosa quando la ricercatrice, dopo aver visto il servizio sulle foibe lanciato da Vespa, ha messo in discussione l'autenticità di quelle immagini: a infoibare non erano i titini, ma i soldati italiani. Vespa non è riuscito a trattenere la rabbia, ha sbattuto sul tavolino il bloc notes e la penna. L'atmosfera si è surriscaldata fino a diventare eplosiva. Vespa ha precisato che se le sue obiezioni si riferivano solo alle immagini della Rai scelte per il servizio, avrebbero fatto delle verifiche, ma cosa diversa era il rimettere in discussione la storia. La studiosa ha sostenuto che le Foibe sono un grande congiura ordita dagli americani e dai fasciti italiani per screditare il movimento partigiano.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cavillodibattaglia

    17 Febbraio 2012 - 16:04

    Vergognoso che ancora una volta si speculi sugli Esuli dalla Venezia Giulia e dalla Dalmazia per bassissimi interessi, anche se milionari, di bottega e spettacolo. La storica negazionista, contestabilissima a patto di conoscere, non fa altro che il suo mestiere e non fa scandalo: è manovrata, ci odia ancora oggi, è prevenuta. Discutibile invitarla, come risulta discutibile il teatrino partitico fra Rizzo e Gasparri (ma più il primo); fuori luogo il tutto, compreso Vespa che, forse ansioso di fare audience, ha mancato di rispetto in modo clamoroso a tutta questa gente, me compreso. Invito a guardare i censimenti del tempo, con la suddivisione per ceppi di popolazione, invito a visitare la foiba di Monrupino e leggere la falsità che vi sta scritta, invito a visitare la foiba n. 149 di Opicina, a patto di riuscire a trovarla -quasi senza indicazioni- e farsi portare in taxi causa l'inagibilità perpetua del piazzalino parcheggio. Sveglia gente, fatevi un'idea vostra, davvero vostra.

    Report

    Rispondi

  • schnee

    17 Febbraio 2012 - 10:10

    Qualcuno abbia visto il sole a quadretti....Come mai 2 pesi e sempre 2 misure?

    Report

    Rispondi

  • mania

    15 Febbraio 2012 - 10:10

    il movimento partigiano non ha bisogno di aiuti per screditarsi, ci riesce benissimo da solo ! e quanto quella "signora" è persino inutile parlarne

    Report

    Rispondi

  • lettoreerrante

    15 Febbraio 2012 - 09:09

    I comunisti e tutti i sinistri portatorii d'acqua sono fatti così, negherebbero che esista perfino il sole

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog