Cerca

Lettera della Rai a Freccero: punito per la porno-fiction

Dopo gli insulti al cronista di 'Libero' il direttore delle Ru di viale Mazzini scrive a quello di Rai4: ora rischia il licenziamento

Lettera della Rai a Freccero: punito per la porno-fiction

Grossi guai per Carlo Freccero. Il sito Dagospia ha puibblicato la lettera spedita il 16 marzo al direttore di Rai4 dal direttore delle Risorse umane e organizzazione della Rai, Luciano Flussi. La questione è il polverone sollevato dalla serie Chimica o Fisica. Nel mirino di viale Mazzini ci sono finiti gli insulti e le minacce rivolte da Freccero a Francesco Borgonovo, il cronista di Libero che ha denunciato la PornoRai, che trasmette in fascia protetta una serie tutta tette, culi, baci omo e triangoli tra alunni e professori. Nella lettera la Rai scrive a Freccero: "Le affermazioni sopra riportate (il riferimento è alla trascrizione della telefonata, ndr) sono esemplificative dell'impostazione generale della conversazione telefonica da Lei avuta con il giornalist Borfgonovo nonché dei toni e del linguaggio utilizzati".


"Affermazioni gravi" - Secondo Flussi, "tali affermazioni,  seppure rese in un contesto extra aziendale ed informale, sono state la Lei rilasciate nella Sua qualità di Direttore di Rai 4 e si concretizzano in prese di posizione personali contrarie al principio del reciproco rispetto della dignità, dell'onore e della reputazione di ciascuno, in relazione alle proprie specifiche sensibilità, risultando altresì gravemente lesive dell'immagine, dell'onore e del prestigio della Rai, anche in relazione alla sua natura di concessionaria di pubblico servizio, e della sua classe dirigente, ivi incluso il Direttore Generale".

Le violazioni - "Pertanto - prosegue il direttore delle Risorse umane -, con il Suo comportamento Ella, soprattutto in considerazione del ruolo di Direttore della Rai da Lei rivestito, è venuto meno agli obblighi di diligenza, correttezza e buona fede derivanti dal rapporto di lavoro, determinando sfiducia nel corretto adempimento dei Suoi obblighi, in violazione dell'art. 2104 c.c., del vigente Regolamento di disciplina aziendale nonché del Codice Etico ed in particolare dei punti 2.1, 2.3, 3.9, 7.1 e 7.5. Quanto sopra Le contestiamo, nella Sua qualità di Direttore di Rai 4, ai sensi e per gli effetti di cui all'art. 7 della Legge 20 maggio 1970, n. 300, con l'avvertenza che, entro 5 (cinque) giorni dalla data di ricevimento della presente lettera, potrà far pervenire eventuali giustificazioni".

Anticamera del licenziamento - In estrema sintesi, dopo lo scandalo PornoRai e dopo le pesantissime minacce e gli insulti della furibonda telefonata di Freccero, Viale Mazzini vuole cacciare il direttore di Rai4. La lettera inviata da Flussi è pesantissima, e comunica l'apertura di un procedimento disciplinare che in buona sostanza potrebbe trasformarsi nell'anticamera del licenziamento.

 

 

 

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • paolino2

    23 Marzo 2012 - 09:09

    sono 10 giorni che ci frantumano i genitali con Freccero...ma e' cosi' importante? Dai la notizia e poi passa ad altre, che ce ne sono sai?Non sara' perche' ha offeso libero? (e ha fatto bene). 10 giorni...e basta!!!

    Report

    Rispondi

  • uomo-qualunque

    22 Marzo 2012 - 22:10

    La ragione é semplice. Dopo 1945 la DC si prese il potere lasciando la "cultura" in mano alla Sx. Molti che erano fascisti si adeguarono alla nuova realtà', saltando sul carro dei vincitori, diventarono rossi, Bocca, Scalfari, Zaccagnini, ecc. Un attegiamento tipicamente italiano, gente che comincia la guerra da un lato e la finisce dall'altro. Che si autoproclama vincitiore di tale votagabanata. Alcuni di loro affermano che i tedeschi se ne andarono dovuto ai partigiani!! Tutto é servito per indottrinare le nuove generazioni, e la scuola ebbe il ruolo centrale, ben affiancato dai giornali. A niente é servito il fallimento del marxismo (URSS), erano talmente fanatizzati che si dedicarono a combattere chi gli si metteva davanti portandolo a giudizio 30 volte. Adesso non hanno nemmeno quello, c'é da cpmpatirli.

    Report

    Rispondi

  • carmine.pu

    22 Marzo 2012 - 20:08

    Il forum delle associazioni famigliari,l'osservatorio dei minori e altre associazioni del genere non si sono accorti che in fascia protetta andava in onda uno scempio di telefilm ?Forse temono di balbettare la giusta indignazione per non passare da bacchettoni retrogradi ?Ma possibile che in questo Paese per essere considerati progressisti bisogna approvare il matrimonio tra gay,l'adulterio,lo scambio di coppia eccetera?A me sembra che più che guardare avanti certa gente volge la testa all'indietro quando in pieno paganesimo era ammessa anche la pedofilia.

    Report

    Rispondi

  • daniele iannone

    22 Marzo 2012 - 20:08

    Contenti se licenziano Freccero? Mamma mia che fiele tenete in corpo!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog