Cerca

Cav, scivolone su Mediaset: perde all'asta il dominio .com

Rti dimentica di rinnovare la registrazione del dominio del Biscione: lo compra una società Usa di dispositivi elettronici

Cav, scivolone su Mediaset: perde all'asta il dominio .com

Il Cavaliere scivola sul web. Clamorosa svista di Rti (Reti Televisive Italiane) e di Silvio Berlusconi che hanno dimenticato di rinnovare la registrazione del dominio internet www.mediaset.com: una società americana ha acquistato il nome all'asta e ora ha iniziato a utilizzarlo per vendere "media-sets", ossia dispositivi elettronici. Le proteste e le azioni legali del Cav si sono rivelate inutili: il procedimento esperito al cospetto dell'autorità competente (il centro per l'arbitrato e la mediazione dell'Organizzazione Mondiale della proprietà intellettuale) non è stato accolto e non è stato riconosciuto ad Rti il fatto che chi si è aggiudicato il dominio abba agito in malafede.

"Significato generico" - Il centro per l'arbitrato ha respinto tutte le eccezioni legali presentate dal Buiscione e ha sottolineato come Mediaset non sia stata in grado di provare in nessun modo la mala fede della parte in causa: secondo i giudici, le Fenicius Llc, ora potrà legittimamente utilizzare il dominio www.mediaset.com. Il centro per l'arbitrato ha anche motivato la sentenza spiegando che l'espressione Mediaset, all'estero, ha un significato generico che può essere utilizzato per la commercializzazione dei dispositivi informatici (soltanto in Italia, infatti, il nome Mediaset viene automaticamente associato all'impero televisivo del Cavaliere).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • liberalettera

    26 Marzo 2012 - 22:10

    ma si accontenta davvero di poco! Ecco Feltroni.. sei contento?? Uno sgarbo al tiranno. Ora potrai tranquillamente tornare alla tua vita mortale contento che il nemico pubblico numero uno abbia subito un colpo mortale. Dormi tranquillo, sereno e felice, accontentati di questo... Più in la non puoi e riesci ad andare....

    Report

    Rispondi

  • feltroni ve le suona ancora

    26 Marzo 2012 - 20:08

    Se il caso fosse stato giudicato in Italia si sarebbe già parlato di decisione atta a distruggere l'avversario politico sceso in campo per difendere il Paese dai comunisti. E il Parlamento avrebbe già fatto una legge per ridare il dominio a Mediaset. Chiaramente Gasparri avrebbe detto che "non si tratta di una legge ad personam, ma di un disegno di legge nel cassetto da tempo, che punta a riequilibrare tutte le situazioni che riguardano gli italiani che si chiamano casualmente Mediaset". Ma se non avesse sfruttato la politica (prima Craxi, poi lui stesso) e la voracità degli italiani, che fine avrebbe fatto Silvietto? In molti pensano che sarebbe finito come Calvi. La mafia non perdona...

    Report

    Rispondi

  • antari

    26 Marzo 2012 - 18:06

    di web perisce.

    Report

    Rispondi

  • frabelli

    26 Marzo 2012 - 18:06

    Non credo proprio che sia Silvio Berlusconi, Piersilvio, o Confalonieri a dover rinnovare il dominio di Internet. Ad occuparsi di ciò dovrebbe essere un responsabile del web o di Internet. Bene, qui c'è la giusta causa per un licenziamento, o quantomeno per una grossa presa di posizione contro questo dirigente.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog