Cerca

L'Inter vola

Milito distrugge il Milan, Moratti conferma Strama

Tripletta del Principe e gol di Maicon, l'Inter ammazza il campionato. E il mister si guadagna la fiducia del presidente

Milito distrugge il Milan, Moratti conferma Strama

Un derby che valeva una stagione. Battaglia in campo e orecchio alla radiolina per sapere cosa combinava la Juve a Trieste. L'Inter voleva dare un senso alla sua stagione anonima e mantenere vive le speranze di terzo posto. Il Milan doveva solo vincere per alimentare le speranze scudetto. Ma il derby ha avuto un padrone solo. E il campionato ha preso lo svincolo per Torino. Vince l'Inter, in modo meritato, esaltandosi proprio nella partita più speciale del campionato. Ed è una vittoria pesante come un macigno perché regala lo scudetto alla Juventus. Tre gol di Milito e uno di Maicon affondano i sogni rossoneri, a cui non basta la doppietta di Ibrahimovic. Dopo la vittoria dell'andata l'Inter concede il bis, in una partita nervosa, spigolosa. Polemiche arbitrali per rigori concessi e gol fantasma. 

Speranza terzo posto - L'Inter continua così a cullare una piccola speranza di accedere alla Champions League. Tutto si deciderà all'ultima giornata. I nerazzurri si giocano tutto contro la Lazio all'Olimpico. Ma devono sperare anche in una sconfitta dell'Udinese. Il Milan, invece, può solo ripensare con amarezza a un campionato gettato al vento. La sconfitta in casa con la Fiorentina, il pareggio con il Bologna, punti lasciati per strada che hanno in pratica consegnato lo scudetto alla Juve di Conte. E quest'estate si continuerà a parlare del gol non dato a Muntari nello scontro diretto. Discussioni, appunto. Perché la Juve è campione d'Italia.

Strama confermato - Intanto Massimo Moratti si è chiarito le idee sul futuro. La riconferma di Stramaccioni anche per la prossima stagione è cosa fatta: "Penso che resterà, è intelligente e quindi credo si possa continuare". 

milano

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog