Cerca

rissa a firenze

Ljajic: "Non ho insultato Rossi. Lui ha detto che voleva ammazzarmi"

Il giocatore serbo replica alle accuse e chiede la prova tv: "Non gli ho detto nulla di brutto"

Ljajic: "Non ho insultato Rossi. Lui ha detto che voleva ammazzarmi"

 

Adesso è il turno di Ljajic. Il giocatore serbo, protagonista della rissa con Delio Rossi, ha detto la sua in merito all'episodio che ha fatto il giro del mondo. Un allenatore che picchia un suo giocatore non si era mai visto (almeno davanti alle telecamere). E la versione di Ljajic è totalmente diversa da quella del suo mister. "Ho solo detto a Rossi: 'Sei un grande, bravo così', ma non mi aspettavo quanto è accaduto. Lui mi ha detto cose brutte ed è stata una situazione molto difficile. Nessuna frase ingiuriosa contro l'allenatore: "Anzi è stato lui a darmi dello stronzo. Poi ha detto che voleva ammazzarmi e allora io ho replicato in serbo dopo le botte, ma senza dire nulla di brutto".

Le scuse di Adem - La rissa è poi proseguita negli spogliatoi: "Il mister ha buttato via la lavagnetta ed è venuto subito da me, mi ha detto delle cose e io a lui". Poi il serbo chiede scusa: "Senza dubbio il mio gesto non è stato bello, ero arrabbiato. Ma voglio chiedere scusa alla società, ai compagni e a tutti i tifosi della Fiorentina". Nel mentre però l’aggressione è finita sui media di tutto il mondo: "Questo è un momento difficile per me ma soprattutto per la mia famiglia. Hanno visto tutti in Serbia: i miei nonni, babbo, mamma, i miei fratelli. Ora mi sono un pò calmato, i compagni mi sono stati vicino e questo è stato importante e mi dispiace essere stato sospeso dagli allenamenti, la società si è arrabbiata. Ma io non mai avuto problemi con gli allenatori, questo è il primo, ora però non vorrei più parlarne".

 

 

firenze

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Borgofosco

    09 Maggio 2012 - 17:05

    Sono decisamente imbarazzato nel commentare una vicenda di ordinaria violenza. Delio Rossi è un personaggio che non ho mai stimato. Presuntuoso ed arrogante è entrato in rotta di collisione in quasi tutte le società dove ha svolto la sua professione. L'unico gesto che ho apprezzato è stato quello di Andrea Della Valle. Lo ha cacciato immantinentemente. Per quanto riguarda i presunti insulti alla famiglia, da informazioni raccolte, pare che non ci siano stati. Tuttavia l'aggressione, ad un proprio collaboratore subalterno, non può essere giustificata. Inoltre l'allenatore ha mille modi di 'castigare' un ribelle. Certo è un problema di cultura e di educazione civica,ma, questa non la si impara tirando o facendo tirare calci ad un pallone!

    Report

    Rispondi

  • boss1

    boss1

    09 Maggio 2012 - 16:04

    ve le siete dette te le ha date adesso basta fatela finita, ricorda ragazzino che due ceffoni insegnano a vivere civilmente e correttamente se dati al momento giusto e dalle persone giuste come il mio vecchio(ultraottantenne oggi) maestro alle elementari ma ciò è preistoria.

    Report

    Rispondi

  • Aristogatto99

    09 Maggio 2012 - 16:04

    Delio Rossi è una persone rispettabile che ha passato tutta la sua vita nel calcio e tutto lo conoscono e lo apprezzano. Ljajic è un ragazzino viziato, arrogante e attaccabrighe. A chi credere tra i due?

    Report

    Rispondi

blog