Cerca

Russia-Italia

Le pagelle disastrose della nostra nazionale

 

Le pagelle dell'incontro di venerdì 1 giugno tra Italia e Russia: 

Buffon 6: Due interventi su Dzagoev e Zhirkov, viene graziato in almeno cinque occasioni: clamorosi gli errori di Zyryanov e Kerzhakov (palo). Altra sconfitta consecutiva in amichevole: la vede grigia? Esce per un fastidio alla spalla destra (dal 1’st De Sanctis 4).

Maggio 4:ottime discese, pecca d’imprecisione nei cross, quando bisognerebbe mettere i compagni in condizioni di segnare, e soffre in copertura. Follia il retropassaggio che chiama De Sanctis all’erroraccio. Peggiore l’ “assist” del 3-0. Ma che gli prende?

Barzagli 5.5: nell’annata di Juve non ha mai patito tanto. Colpa di un centrocampo-groviera, che non ha le giuste distanze in fase difensiva. 

Bonucci 5.5: il solito. Buone cose e indecisioni. Quel che succede fuori non pare però sfiorarlo.

Balzaretti 5.5:ottima corsa e movimenti a supporto in avanti, soffre i tagli avversari e la (spesso) errata disposizione dei nostri centrocampisti in copertura. Il gol dell’1-0 ne è un esempio (dall’8’st Ogbonna 5.5).

De Rossi 5.5:  l’indice destro fasciato non gli crea grosso disturbo, al contrario dei russi che sfruttano la superiorità numerica del centrocampo per infilarlo e metterlo in mezzo. Servirà trovare la condizione. In fretta (dal 15’st Thiago Motta 5.5).

Pirlo 6: lucido in regia, lo è anche quando deve difendere ma non è quella la fase in cui dovrebbe spiccare (dal 25’st Di Natale 5.5).

Marchisio 5.5: un po’ spaesato nel doppio ruolo di Vidal azzurro e in quello di elemento di qualità, anche il modulo a 4 non lo esalta. Molto sacrificato in fase offensiva, sciupa in avvio di ripresa un occasione ghiotta.

Montolivo 5.5: non ha una grande condizione e si vede. Alternativa a Pirlo come playmaker, manca di aggressività in fase di non possesso (dal 15’st Nocerino 5.5). 

Cassano 5.5: qualche sprazzo di luce, tocchi facili ma intelligenti, tanto impegno. Non un partitone, ma non era facile contro i robusti russi di Advocaat, capaci di subire solo 4 gol nelle qualificazioni (dal 25’st Giovinco).  

Balotelli 6: gran taglio e botta all’8’: il portiere c’è. Pochi gli spazi, non cerca neppure giocate da urlo. Crescerà, anche l’intesa con Cassano: prima di ieri, per loro due, solo 58 minuti insieme (due anni fa contro la Costa d’Avorio).

Russia (4-5-1)

Malafeev 6 (1’st Akinfeev 6), Ignashevich 6, Berezutski 6, Zhirkov 6; Dzagoev 5.5, Shirokov 7.5, Zyryanov 6.5, Denisov 6, Kerzhakov 7 (18’st Pavlyuchenko 5.5); Arshavin 6. All Advocaat. Nababkin 5.5,

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Guido Bezzi

    03 Giugno 2012 - 11:11

    Quello che mi sorpende è constatare che molti giornalisti sportivi continuino ad essere benevoli con quel fantasma di Montolivo. Nelle pagelle, anche le vostre, gli si dà un generoso 5,5. Come a dire che la sua prestazione è stata molto vicina alla sufficenza. Orbene, ho seguito con attenzione la prova dell'ex fiorentino e sostengo che si è trattata di una prova insulsa: penoso nell'interdizione, praticamente assente nella costruzione. Montolivo in Nazionale è goffo, spaesato, privo di grinta e quasi sempre impreciso nei passaggi. Montolivo, al momento, è lo specchio di Prandelli: due uomini senza personalità, senza attributi, incapaci anche di arrabbiarsi. La nazionale italiana per vincere ha bisogno di uomini con il coltello tra di denti, di gente che sputa l'anima. E Montolivo ne è biologicamente incapace.

    Report

    Rispondi

blog