Cerca

Girone C

Iniesta nel finale: Spagna-Croazia 1-0 e furie rosse prime nel girone

Niente biscotto. I campioni del mondo mantengono la "promessa" e vincono la partita di Danzica

Nessun "biscotto": a Danzica nell’ultima giornata del Girone C la Spagna batte la Croazia per 1-0, la elimina e vola ai quarti di finale. Sin dalle prime battute si capisce quale potrà essere il copione della partita. La Spagna cerca di arrivare in porta con il suo solito gioco e la Croazia agisce di contropiede quando le furie rosse glielo permettono. Passa il tempo e la situazione non si sblocca, ci provano Iniesta e Torres, ma le loro conclusioni non sempre riescono a essere pericolose. Poco prima della mezz'ora la Croazia protesta per un intervento di Jordi Alba su Mandzukic sul lato corto dell’area di rigore sulla destra del proprio fronte offensivo, lo spagnolo entra deciso e prende pallone e giocatore. Arbitro e assistente di linea non ravvisano la punizione, Corluka protesta in modo eccessivo e viene ammonito.

La partita non si sblocca nemmeno quando il tabellone annuncia il vantaggio dell’Italia nell’altra partita. Eppure con il gol di Cassano la Croazia in questo momento è fuori, mentre la Spagna diventa seconda nel girone. Si va al riposo sullo 0-0. I due commissari tecnici lasciano invariate le formazioni e anche l’andamento della partita ne risente. La situazione, infatti, resta bloccata. La Croazia si innervosisce e comincia a rifilare qualche colpo proibito, come in occasione dell’ammonizione di Strinic per un calcione a Silva dopo che questi lo aveva superato. Al quarto d’ora una fiammata della Croazia sembra svegliare la partita, Modric mette il pallone in area dalla destra, Rakitic tutto solo colpisce di testa a botta sicura, ma Casillas si supera e para. La palla resta lì, ma i croati non riescono ad approfittare della situazione.

danzica

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog