Cerca

Calcio senza bandiere

I tifosi interisti:
"No a maglia rossa,
e colore da Milan"

I fan della curva Nord in rivolta contro la nuova divisa da trasferta della squadra di Moratti: "Un pugno in un occhio"

I tifosi interisti:
"No a maglia rossa,
e colore da Milan"

Sarà che di campioni ne arrivano pochini e qualcosa bisogna pur inventarsi per lanciare la prossima stagione calcistica. Anche cambiare il colore della maglia, roba da sacrilegio fino a qualche tempo fa. Ma tant'è, nel calcio di oggi senza bandiere cosa volete che sia un colore diverso? La prima a seguire la strada fu la Juve: rigorosamente in bianco-nero per decenni, la societa tirò fuori il giallo e poi addirittura il rosa (tipo Palermo) per le maglie da trasferta. Ora l'Inter di Moratti lancia per il 2011-2012 la maglia rossa integrale, con fasce nero-azzurre sulle maniche e la scritta dello sponsor Pirelli in bianco. E i tifosi storici, quelli della "curva Nord" insorgono. "Di questi tempi ne abbiamo viste e dovute subire di ogni, ma la maglia rossa, caro presidente Moratti, quella no, non la accettiamo". Motivo? Il rosso è storicamente il colore degli "odiati" cugini milanisti, rossoneri. "Un vero e proprio pugno in un occhio ed un altro allo stomaco da lasciare senza fiato" scrivono ancora i tifosi. "Saremo retrogradi e conservatori, ma noi continuiamo a considerare la nostra maglia formata unicamente da due colori che ci hanno fatto innamorare fin da quando eravamo bambini e che conservano dentro la loro unione storie, passioni e vicende lunghe 104 anni". 

milano

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • puzzailsignorvincenzo

    10 Luglio 2012 - 18:06

    Magari fosse questo il problema dell'Inter. Il problema vero è una società senza un minimo di lungimiranza che compera Palacio e Mudyngay (come se non fosse bastata la lezione dell'ultratrentenne Forlan) sacrificando nel giro di due anni Bonucci, Destro, Balotelli, Santon, Viviano, Faraoni, Poli, Caldirola e tra poco anche Ranocchia, ovvero quello che doveva essere il nostro futuro, in maglia rossa o no. MORATTI VATTENE, VATTENE, VATTENE!!!

    Report

    Rispondi

blog