Cerca

Guerra senza fine

Moggi cerca vendetta: "Chiederò a Moratti un mega risarcimento"

L'ex dg della Juventus parla a Radio 2 dei pedinamenti emersi dall'affare Telecom: "La verità verrà a galla"

Parole anche per Conte: "Ci mancherebbe che non tornasse, non ha fatto nulla"
Moggi cerca vendetta: "Chiederò a Moratti un mega risarcimento"

 

Luciano Moggi ora vuole che sia fatta giustizia. A radio 2, l'ex direttore generale della Juventus parla dell'affare Telecom e dei pedinamenti commissionati ai danni suoi e di altri personaggi del mondo del calcio.  Per prima cosa attacca frontalmente l'Inter e Massimo Moratti: "Chiederò all'Inter e a Moratti un mega risarcimento. Non un milione di euro, ma molto di più".

Verità - "Piano piano la verità sta venendo a galla - commenta Moggi - io avevo parlato di uno spionaggio industriale, che seguiva i nostri percorsi commerciali e anche sportivi". Riguardo agli autori dei pedinamenti, poi, l'opinionista ricorda: "Hanno detto che era Moratti a decidere ed è emersa un’altra cosa importante, che seguivano addirittura i nostri osservatori. Il caso delle intercettazioni su Brambati ne è la testimonianza".

Allegri, Zeman e Conte - Successivamente, il discorso si sposta sull'attualità calcistica, nello specifico su tre allenatori che stanno facendo parlare, ciascuno per motivi diversi: Allegri, Zeman e Conte. Sul tecnico rossonero, Moggi dichiara: "Se Allegri si trova una mezza squadra non è colpa sua. Il posto dovrebbero rischiarlo quelli che hanno venduto i giocatori del Milan e non li hanno rimpiazzati adeguatamente". Sull'allenatore della Roma, invece, invita ad essere cauti: "Bisogna conoscere le sue caratteristiche la Roma può aver sbagliato nel mettergli a disposizione dei giocatori non confacenti alle caratteristiche del gioco che lui pratica". Infine, una parola sul caso Conte, ancora in attesa di una riduzione della squalifica: "Ci mancherebbe che non tornasse, dopo che non ha fatto nulla".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Borgofosco

    05 Ottobre 2012 - 10:10

    Forse il mio precedente post è andato perso, tuttavia ribadisco che esistono due piani distinti nel giudizio : quello sportivo e quello penale. Su quello sportivo c'è poco da discutere le sentenze emesse e confermate nei vari gradi di giudizio sono opinabili ma non revocabili. Inutile ripetere i nomi dei condannati, dalla giustizia sportiva, in maniera definitiva. Ora è assolutamente legittimo richiedere, in sede civile, un risarcimento, da chi, per motivi, diciamo così sportivi, è stato danneggiato sul piano personale attraverso la violazione della sua privacy. Un conto è il salvaguardarsi dallo spionaggio industriale ed altro è far intercettare ed indagare delle persone per un tornaconto, diciamo così, sportivo. I vantaggi tratti dalla società indagatrice sono sotto gli occhi di tutti, Stefano Palazzi, venendo a conoscenza di altre intercettazioni,trascurate, aveva richiesto la retrocessione per quella società. I conti non tornano e Moggi ha ragione solo sul piano economico!

    Report

    Rispondi

  • Borgofosco

    05 Ottobre 2012 - 00:12

    I due piani diversi tra il giudizio della magistratura sportiva, rispetto a quella ordinaria sia civile che penale, fa sì che Luciano Moggi, pluricondannato con sentenze definitive dalla giustizia sportiva,possa accampare in sede civile quanto egli sostiene aver subito, da ingerenze di altri, i quali dovranno risarcire il danno cagionato perché non si trattava di dolo ai danni della propria azienda, spionaggio industriale,ma di ingerenze nella vita privata altrui per scopi imprecisati. Il risultato è sotto gli occhi di tutti e chi conosce i codici sa discernere ed attribuire le responsabilità. A mio avviso sono gravi quelle di chi faceva intercettazioni illegali. Esse come si è poi dimostrato nel processo penale di Napoli hanno procurato un danno economico non solo a singoli ma anche a società e non soltanto sul piano sportivo come poi Stefano Palazzi ha enunciato essere quasi una pratica usata da tutti ed anche dall'Inter cui aveva richiesto la retrocessione andata prescritta!

    Report

    Rispondi

  • maximilian66

    04 Ottobre 2012 - 20:08

    dovrebbero chiedertelo tutti quei tifosi che hai preso in giro in quegli anni. Dovresti sparire invece di pontificare. MAFIOSO.

    Report

    Rispondi

  • testin della cazzetta

    04 Ottobre 2012 - 19:07

    ...Charles Manson cerca vendetta: "Chiederò a Roman Polanski un mega risarcimento"...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog